Carenza di Operatori Socio Sanitari (OSS) in Piemonte: il Consigliere del Partito Democratico Maurizio Marello interroga la Giunta regionale sui provvedimenti da prendere.  

Ti potrebbe interessare...

4 Risposte

  1. Delfina ha detto:

    Ci sono le Infermiere Volontarie CRI formate con 2 anni di corso e tirocinio in ospedale ben preparate che, in Piemonte, non sono riconosciute come OSS. Adeguatevi ad altre regioni d’Italia ed il problema e’ risolto.
    Cordiali saluti

  2. Silvia Gianolio ha detto:

    Buonasera, vorrei porre alla sua attenzione, l’articolo sotto stante. Purtroppo è da 13anni che non si adeguano i contratti per gli OSS i quali prendono in busta non più di 1100€ contando che si lavora nei festivi e nei fine settimana. È un lavoro gratificante emotivamente ma economicamente è frustrante.
    https://www.fpcgil.it/2019/09/17/sanita-privata-nota-unitaria-incontro-ministero-salute/

    • Maurizio Marello ha detto:

      Nel mio intervento ho evidenziato proprio il fatto che in Italia manchi una legge atta a regolamentare il profilo contrattuale della figura professionale degli Oss. Giustamente i sindacati da tempo lamentano questo e sottolineano una retribuzione insufficiente.
      Credo però che tale aspetto vada definito con una legge nazionale e non regionale…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *