Alba: analisi in corso nella Casa di Reclusione “Giuseppe Montalto” dopo le operazioni di ripristino della centrale termica

 

Il 21 febbraio scorso il Sindaco di Alba Maurizio Marello ha scritto al Ministero della Giustizia per avere notizie sui lavori in corso nella Casa di Reclusione “Giuseppe Montalto” di Alba chiuso dai primi di gennaio 2016 dopo tre casi di legionella. La risposta da parte del Provveditore reggente del Provveditorato Piemonte-Liguria-Valle d’Aosta Luigi Pagano  è arrivata il 29 marzo ed è la seguente:

 

 

 

«Sono state ultimate le operazioni di ripristino di alcune apparecchiature della centrale termica e, al contempo è stato avviato il flussaggio dell’acqua preliminarmente a scopo di pulizia, stante il prolungato fermo degli impianti. Ciò posto, si comunica che i flussaggi ad alta temperatura – finalizzati al cosiddetto shock termico – inizieranno in data 29 marzo 2017 e dureranno fino al 31 marzo 2017. Nella immediatezza della loro conclusione, saranno effettuati, poi, prelievi con invio dei campioni al laboratorio di analisi chimiche, al fine di attestare l’assenza del batterio».

 

 

 

Il Provveditore Pagano conclude la lettera al Sindaco Marello scrivendo che se le analisi saranno positive saranno inoltrate all’Ufficio Igiene dell’Asl di Cuneo con la richiesta di revoca del provvedimento relativo al divieto di erogazione dell’acqua calda sanitaria nella parte dell’istituto penitenziario interessata alla riapertura parziale.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *