Ad agosto avanti con il Piano

Ti potrebbe interessare...

2 Responses

  1. Alessandro ha detto:

    un piccolo suggerimento per orientarsi sul nuovo piano regolatore:

    http://www.stopalconsumoditerritorio.it/

  2. Fabrizio ha detto:

    Segnalo seminario della Formazione sull’Energia, previsto in Milano per il giorno lunedì 16 novembre 2009.

    Milano, lunedì 16 novembre 2009
    Relatori:
    Giuliano Dall’O’ (Architetto, Professore di Fisica tecnica Ambientale presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, esperto in pianificazione energetica)

    Guido Poliseno (Ingegnere ed esperto di efficienza energetica e pianificazione, ricercatore presso il Dipartimento BEST del Politecnico di Milano)

    Secondo l’Ue, le Amministrazioni locali possono fare molto per il raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni sintetizzati nello slogan “20-20-20”, perché hanno la possibilità di agire in modo diretto e mirato su settori decisivi come il comparto edilizio e i trasporti.

    Quello definito dall’Unione europea è quindi uno scenario di impegni per le Amministrazioni locali, ma come sempre avviene quando si parla di politiche finalizzate alla sostenibilità, tutto ciò porta con sé un corrispondente quadro di opportunità. È questo un aspetto che raramente viene evidenziato e che ha una stretta relazione con l’efficacia degli strumenti di pianificazione di cui l’ente locale si dota.

    Gli strumenti chiave con i quali un’Amministrazione locale può valorizzare queste opportunità – con significative ricadute sul piano economico – sono il Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) e il Piano Energetico Comunale (PEC).

    Pertanto il seminario ha lo scopo di indirizzare i partecipanti alla migliore formulazione di questi strumenti, secondo linee di concretezza e flessibilità.

    In particolare, il PAES deve contenere l’indicazione degli obiettivi che si intende raggiungere e le misure specifiche da realizzare a questo fine. Esso rappresenta la sintesi dell’impegno di un Comune verso una strategia programmatica e operativa di risparmio energetico, perché permette di:
    • valutare il livello di consumo di energia e di emissioni di CO2;
    • indicare gli eventuali ambiti di intervento;
    • identificare i settori d’azione;
    • contribuire a mettere in opera le politiche e i programmi necessari nella città per raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2.

    Gli strumenti operativi dei PAES sono i Piani Energetici Comunali (PEC) che, ottimizzando le risorse energetiche e ambientali del territorio, attivano un processo di programmazione a breve, medio e lungo termine, delle azioni da sviluppare.

    La redazione di un PEC rappresenta un’iniziativa importante per una serie di motivi:
    • consente di acquisire in modo sistematico i dati relativi ai flussi di energia facendo emergere le eventuali criticità;
    • permette, di conseguenza, di definire e organizzare le diverse azioni mirate all’efficienza energetica, valutando per ciascuna il rapporto tra risorse necessarie e benefici attesi;
    • consente infine di monitorare, attraverso indicatori dinamici, l’effetto delle azioni introdotte, e modificare dove occorre le strategie adottate.

    Destinatari
    Il seminario ha un approccio molto pragmatico, basato sulle numerose esperienze pregresse dei relatori, ed è destinato prevalentemente a:
    – Amministratori Pubblici responsabili per la formulazione e l’adeguamento degli strumenti attuativi in materia;
    – Tecnici Comunali coinvolti nelle fasi di redazione, controllo e gestione dei Piani;
    – Consulenti ambientali ed energetici delle Pubbliche Amministrazioni chiamati a redigere strumenti di pianificazione territoriale o energetica.

    http://www.reteambiente.it/formazione-energia/EN1/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *