Tari 2015: aperto il bando per erogare contributi a favore delle imprese

E’ noto che l’introduzione della TARI – Tributo comunale sui rifiuti, che ha introdotto un nuovo metodo di calcolo, ha comportato per tutti i contribuenti delle differenze rispetto agli importi pagati precedentemente, che in alcuni casi si sono tradotte in rincari sensibili.

 

Anche quest’anno, pertanto, l’Amministrazione comunale di Alba ha deciso uno stanziamento a sostegno delle imprese maggiormente penalizzate da questa tassa approvando, nel contempo, apposito bando per la regolamentazione delle istanze e per la definizione dei requisiti.

 

Le domande di contributo dovranno essere presentate entro la prevista scadenza del 7 novembre 2015. Il testo integrale del bando con il relativo modello di domanda si possono scaricare dal sito internet del Comune www.comune.alba.cn.it oppure richiedere all’Ufficio Ambiente.

 

Il modello adeguatamente compilato e corredato dai necessari allegati potrà essere consegnato all’Ufficio protocollo del Comune oppure inviato con posta certificata all’indirizzo comune.alba@cert.legalmail.it

 

Il Sindaco di Alba Maurizio Marello sottolinea: «La nostra Amministrazione aveva già fatto un’iniziativa simile nel 2013 stanziando una cifra rilevante  per le imprese e per le famiglie colpite dalla tassa rifiuti. Quest’anno  abbiamo aperto un bando per l’erogazione di un contributo relativo alla Tari versata nel 2015 in collaborazione con i sindacati Cgil, Cisl e Uil stanziando dei fondi anche per le famiglie che possono presentare domanda entro il 20 novembre. Mentre lo stanziamento Tari a sostegno delle imprese è stato concertato con le associazioni di categoria, in primis l’Aca, come segnale simbolico e fattivo nei confronti di un settore che rappresenta l’ossatura della nostra economia».

 

Giuliano Viglione, direttore dell’Associazione Commercianti Albesi: «Ringraziamo il Comune di Alba per la sensibilità dimostrata rispetto agli evidenti squilibri verificatisi nell’applicazione della Tari, che avevano portato alcune categorie di imprese commerciali ad esborsi eccessivi.  Confidiamo che tale misura possa essere recepita in modo strutturale».

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.