Sindaci di Alba e Bra sollecitano nomina nuovo direttore Asl

Marello e Sibille: “Azienda in uno dei momenti più importanti e critici della sua storia”

Da sei mesi l’Asl Cn2, dopo le dimissioni di Giovanni Monchiero, attende la nomina del direttore generale. A invitare la giunta Cota ad assicurare il “massimo impegno affinchè senza ulteriore indugio  questa situazione abbia a cessare, attraverso una nomina che dia prospettiva all’operato dell’azienda e le consenta di affrontare con la dovuta autorevolezza le sfide più impegnative che le vengono proposte” viene dai sindaci di Alba, Maurizio Marello, e di Bra, Bruna Sibille, in una missiva recapitata alla presidenza della Regione Piemonte.

“Nonostante l’encomiabile lavoro svolto dai dirigenti che hanno supplito a tale carenza, ci pare che sei mesi di vacanza possano essere più che sufficienti per un’azienda sanitaria che si trova ad affrontare, sotto il profilo gestionale, uno dei momenti più importanti e critici della sua storia” – hanno scritto i due primi cittadini, riferendosi in particolare “alle vicende connesse con la realizzazione del nuovo ospedale di Verduno e con le problematiche legate alla riorganizzazione dei servizi all’interno dell’ospedale unico Alba-Bra, che già oggi opera in maniera sinergica su due differenti presidi. Inoltre, l’azienda ha dovuto confrontarsi con tutte le problematiche connesse al particolare momento di razionalizzazione della spesa e di spending review, oltre alle novità introdotte con l’attivazione delle Federazioni sanitarie sul territorio piemontese”.

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. CARLO ROSSI ha detto:

    BENE BRAVO, LA SANITA’ E’ LA PIU’ IMPORTANTE COMPONENETE DEL WELFARE. GIA’ CI HANNO LEVATO PENSIONE, LAVORO FISSO ETC… IL PRIVATO CHE FACCIA LE AUTO INVECE DI GESTIRE CON FONDI IMMOBILIARI LA SANITA’ PUBBLICA. ERA ORA CHE VE NE OCCUPASTE!!!!! ANCHE IL DIRITTO ALLA SANITA’ E’ DESTINATA A FARE LA FINE DI LAVORO E PENSIONI NELLE LOGICHE DEL PD??

    • mauriziomarello ha detto:

      Ringrazio il Sig. Carlo per avere plaudito all’iniziativa con cui il sottoscritto ed il Sindaco di Bra abbiamo recentemente sollecitato per lìennesima volta la Regione a fare le tanto attese nomine dei vertici della nostra Asl. Lo voglio altresì rassicurare che non è la prima volta che ci occupiamo di sanità a ma che in questi anni questo tema è stato al centro della nostra attenzione e del nostro lavoro in modo costante. Dalla difesa dell’autonomia dell,Asl Alba-Bra, alla battaglia per arrivare ad avere un nuovo ospedale unico, a quelle per difendere reparti e presidi ospedalieri. Senza dimenticare ai fondi aggiuntivi che abbiamo dovuto mettere per supplire ai tagli di risorse operati dalla Regione alla socio assistenza. Un dato emblematico: nel 2012 per la prima volta il comune di Alba ha dato piu fondi al Consorzio socio-assistenziale di quanto non abbia fatto la Regione: 1.250.000 euro contro 1.200.000 mila euro ( eppure la consistenza dei bilanci dei due enti sono un po diversi, vero?). Forse Sig. Rossi qualche punto esclamativo in meno e un pelo in piu di conoscenza e di attenzione le avrebbero evitato una critica priva di fondamento. Ma non fa nulla, il dibattito è sempre costruttivo. Buona domenica. maurizio marello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.