Presentazione del “Museo del Tartufo Bianco d’Alba”: “Un punto di riferimento sul tartufo a Montà coinvolge la comunità del Roero in questo grande progetto della promozione integrata del territorio”

Oggi, sabato 3 novembre il Sindaco di Alba Maurizio Marello è intervenuto alla presentazione del progetto “Museo del Tartufo Bianco d’Alba” nel Teatro Sociale “G. Busca”.

“E’ un cammino che è stato intrapreso da qualche anno in un quadro più complessivo in cui alcuni punti del nostro territorio di Langhe e Roero come Grinzane, Barolo, Roddi, Montà avendo dei riferimenti di natura storico artistico sono stati presi in considerazione nell’ambito di una visione turistico culturale un po’ più aperta al territorio di quanto non fosse in passato. E quindi lo sforzo fatto negli ultimi anni è stato quello di considerare Alba insieme al suo territorio di Langhe, Roero, comunità collinari perché la forza sociale, economica, turistica è questa”.

Il Sindaco ha parlato poi anche dello sforzo dell’Ente Turismo Alba Bra Langhe Roero “per legare il nostro ad altri territori. Una concezione che non può più essere campanilistica ma parte da una dimensione che crea dei percorsi all’interno della nostra provincia. Penso al Protocollo di intesa per la promozione turistica che abbiamo siglato con il Comune di Saluzzo ma anche con altri fuori dalla Granda: con Torino, con i laghi, per un’offerta con qualche cosa in più, insieme a quello che già offriamo noi”.

Parlando del tartufo come prodotto fondamentale per veicolare l’immagine del territorio ha poi spiegato: “l’idea di avere un punto di riferimento sul tartufo a Montà coinvolge la comunità del Roero in questo grande progetto”. Per quanto riguarda la Città di Alba ha sottolineato: “Sappiamo bene di avere una responsabilità di riferimento e vogliamo camminare non davanti ma di fianco, insieme un po’ in tutte le cose che facciamo con i comuni di Langhe e di Roero. E’ da questo modo di camminare insieme che il nostro territorio è cresciuto in questi anni ed ha in sé i giusti anticorpi per uscire dal momento che qui come altrove porta con sé difficoltà”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *