Povertà e associazionismo: un colpo durissimo

L’Amministrazione comunale di Alba riceve e diffonde il commento sui tagli al 5 per mille, scritto dal Presidente della Consulta del Volontariato di Alba, Sergio Taricco.

“Un insieme di fortissima di preoccupazione ed altrettanta delusione sono i sentimenti che stanno attraversando il mondo del volontariato e del terzo settore nell’apprendere il taglio drastico del 5 per mille operato in sede di legge finanziaria alla Camera. A preoccupare è soprattutto la prospettiva che tutto ciò che si è con fatica costruito in questi anni venga scardinato. Purtroppo è un’altra cattiva notizia che arriva dal mondo della politica dopo quelle su servizio civile e tariffe agevolate per le spedizioni postali. Alla Camera la maggioranza dei deputati ha decretato la riduzione del 75% dei fondi destinati al 5 per mille, passati dai già risicati 400 milioni dell’anno scorso ai risibili 100 milioni dell’attuale manovra: ora non ci resta che sperare che al Senato prevalgano la responsabilità ed il buon senso e vengano assegnati al 5 per mille fondi adeguati e non elemosine. Per l’associazionismo sarebbe un ulteriore durissimo colpo dopo che ad aprile hanno tolto i sostegni per quanto riguarda la posta e le spedizioni postali dei giornali di terzo settore e dopo che anche i fondi destinati al servizio civile sono stati ridotti di quasi il 40% con la conseguente diminuzione dei progetti che riduce il servizio civile quasi a sola testimonianza. La preoccupazione è tanto maggiore considerando che in questi tempi di crisi economica e sociale il mondo del volontariato si è speso moltissimo nel cercare di attutirne gli effetti a danno delle fasce più deboli della società, questi tagli vanno quindi nella direzione opposta a quanto sarebbe auspicabile e cioè dare di più a chi opera sulla parte più fragile della società. Sicuramente ci saremmo aspettati un altro trattamento a fronte di quello che abbiamo fatto, visto anche che moltissimi cittadini, 15 milioni di persone, hanno scelto di finanziare il volontariato ed il Terzo settore con questo strumento. A questo punto non resta che appellarci a quanti hanno a cuore il futuro del volontariato perché facciano sentire la propria voce convincendo i Senatori a modificare la manovra ripristinando i fondi del 5 per mille”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.