Nel 2011 non ci sarà alcun aumento delle tasse per gli abitanti di Alba

I tagli statali saranno recuperati da restringimenti sulla spesa corrente e dal blocco assunzioni.

Il Comune di Alba non aumenterà le tasse per l’anno 2011. Nonostante i tagli statali per 847 mila euro previsti nel 2011 e 1 milione e 400 mila euro nel 2012 e 2013, nessun aumento su Ici, Irpef, tassa sui rifiuti e Servizi pubblici mentre l’incremento Istat della mensa è recuperato attraverso un aumento perequato delle tariffe”, dice l’assessore al Bilancio Leopoldo Foglino durante il Consiglio comunale di Alba venerdì 17 dicembre scorso, dove uno dei punti più rilevanti è stata l’approvazione del Bilancio di Previsione per l’esercizio finanziario del prossimo anno.

Secondo la dichiarazione dell’assessore, il taglio dei contributi statali è stato recuperato attraverso l’acquisizione a ruolo di 150 mila euro di Ici e tassa rifiuti degli anni precedenti; 170 mila euro arrivati dall’estinzione anticipata di mutui attuata utilizzando I’avanzo di amministrazione 2009; restringimenti sulla spesa corrente per 200 mila euro; 330 mila euro dal blocco assunzioni e aumenti stipendio al personale comunale.

L’unica voce di spesa prevista in incremento è il contributo al Consorzio Socio Assistenziale maggiorato di 30 mila euro per una struttura in prima linea con i bisogni di  chi è più in difficoltà, spiega Foglino.

Per quanto riguarda il programma triennale di opere pubbliche e manutenzioni previsti investimenti per circa 5 milioni e 700 mila euro nel 2011, circa 19 milioni e seicento mila euro complessivi in tre anni. “Entrate certe ma, a causa del Patto di stabilità, incerte sono le uscite”, dice l’assessore al Bilancio che chiude con un totale a pareggio di € 36.869.914,86.

Secondo i consiglieri di maggioranza Giovanni Battista Panero e Roberto Giachino Il Bilancio contiene fedeltà che rispecchiano il programma dell’attuale amministrazione”.  Mentre il capogruppo di opposizione ed ex assessore al Bilancio Carlo Castellengo plaude ai numeri “tradizione di questo Comune gestire con oculatezza” ma ritiene il bilancio “di ordinaria amministrazione, debole per il futuro, ottimo per conservare il passato. Alba ha bisogno di spinte per lo sviluppo favorendo le infrastrutture”, sostiene Castellengo.

Facciamo i salti mortali per rispettare il Patto di Stabilità. Non posso garantire che riusciremo a farlo in futuro”, risponde il sindaco. Maurizio Marello aggiunge:In altre condizioni avremmo potuto volare più in alto. In queste è molto positivo riuscire ad approvare il bilancio con questi numeri”.

Il rendiconto passa con i voti della maggioranza. L’opposizione vota contro “per la mancanza di prospettiva, non per i numeri”, dichiara Castellengo.

(da Targatocn.it di Gisella Divino)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.