Maria Teresa e Rinuccia, sorelle della Comunità di Padre Gasparino di Cuneo, rapite in Kenia

E’ successo nella notte tra il 9 e il 10 novembre a El – wak, nel nord-est del Kenya, dove da 25 anni la Comunità Missionaria P. de Foucauld è presente con una piccola Fraternità. Le due sorelle che sono state rapite sono Rinuccia Giraudo, 67 anni, originaria di Boves (Cn) e Maria Teresa Olivero di 60 anni, nata a Centallo (Cn), entrambe missionarie in Kenya da oltre 35 anni.

La nostra presenza qui, come in ogni altra missione in altri paesi, è una presenza di preghiera e di condivisione di vita con gli ultimi, gli emarginati. La Fraternità di El-wak viveva un’accoglienza quotidiana di malati di tubercolosi, di epilessia, di mamme e bambini denutriti, casi di handicappati. Un’amicizia costruita nel tempo, con tanti legami di fiducia, ha costituito il sentiero percorso in tutti questi anni. Fino ad oggi la Fraternità non ha ricevuto minacce, nè ha corso particolari pericoli, nonostante la zona sia carica di tensioni tra diverse etnie.

L’ultimo contatto con Maria Teresa e Rinuccia è stato domenica sera, 9 novembre, alle 17. Hanno telefonato ad un’altra nostra Fraternità che vive nello slum di Mathare Valley (Nairobi), dicendo che tutto era tranquillo e non c’era nulla da temere.
Nella notte la drammatica sorpresa: un numeroso gruppo di persone armate ha attaccato la Fraternità con spari e lancio di bombe. Sono entrati e hanno rapito le sorelle, dileguandosi nella notte verso il territorio della Somalia.

Fin’ora nessun gruppo particolare ha rivendicato il gesto del rapimento.

Siamo riconoscenti alle autorità nazionali, internazionali e locali, agli anziani del posto che si stanno attivando per cercare sentieri di collegamento con i rapitori. Sentiamo molta amicizia e vicinanza intorno a noi, tra i cristiani, tra i poveri, tra gli islamici.

Non riusciamo a formulare ipotesi sulle motivazioni del rapimento. Chiediamo a tutti riservatezza per non creare interferenze dannose in una situazione così delicata.

Stiamo mobilitando una rete molto ampia di amici per chiedere preghiere.

Anche il Santo Padre ha già espresso un appello per la liberazione, facendoci sentire la sua preghiera e premura di Padre.
Vogliamo sperare, anche se la preoccupazione è forte. Dio è Padre sempre.

A Lui affidiamo le nostre due sorelle perchè non subiscano alcun male e possano tornare al più presto tra noi.

La Comunità

Movimento Contemplativo Missionario “P. de Foudauld” – C.so Francia 129 Cuneo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *