Inaugurata nuova sede di Confindustria Cuneo ad Alba

Giovedì 30 maggio il Sindaco Maurizio Marello, accompagnato dagli assessori Olindo Cervella, Giovanni Bosticco e Luigi Garassino, è intervenuto all’inaugurazione della  nuova sede di Confindustria Cuneo ad Alba in piazza Prunotto, 9.

Marello vertici confindustria alba_1

«Ci fa molto piacere – ha dichiarato il Sindaco Marello – che Confindustria apra al pubblico una sede in città con la volontà di essere presente sul nostro territorio con i propri organi istituzionali. Questo è un segnale che ci conforta. Alba insieme a Bra è al centro di un territorio molto importante per la provincia e per il basso Piemonte. È un territorio che ha una vivacità straordinaria dal punto di vista imprenditoriale. È però un territorio che lotta da tempo per non perdere determinati servizi, come il tribunale e la guardia di finanza. Quindi, ci fa piacere che un’associazione come la vostra decida di avere particolare attenzione per questa zona partendo dai numerosi imprenditori che a Confindustria aderiscono. Ci fa piacere che questo accada ora che la crisi è arrivata anche qui da noi, forse con un po’ di ritardo rispetto ad altre zone del nostro paese, ma è arrivata e negli ultimi sei mesi stiamo sentendo in maniera significativa le ripercussioni di una recessione troppo lunga. Abbiamo bisogno di vedere dei segnali di ripresa. In tutto questo contesto un’Amministrazione comunale non ha poteri decisivi. Abbiamo bisogno di provvedimenti che siano presi dalle sfere più alte del nostro paese e dell’Europa, ma so anche che ci sono le competenze del comune che riguardano i rapporti con le aziende che possono migliorare dal punto di vista della burocratizzazione e della semplificazione. C’è il nuovo Piano regolatore che abbiamo adottato in via definitiva e può costituire un piccolo volano per l’economia.  Ci sono questioni aperte come l’ultimazione  dell’autostrada Asti – Cuneo e del nuovo ospedale Alba – Bra costituiscono priorità che ci stanno vedendo tutti quanti impegnati a vari livelli per arrivare ad un risultato valido non soltanto in termini di servizi ai cittadini e alle imprese che questo territorio merita ma, in questa congiuntura, anche di creazione di posti di lavoro. Spero che il governo affronti in modo determinato il tema del Patto di stabilità che con i suoi vincoli e la cui apertura sarebbe un altro volano importante per le imprese».   

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *