Inaugurata l’83^ Fiera Internazionale del Tartufo Bianco

«Le ingiustizie si subiscono, ma non si accettano»

 Inaugurazione Fiera 2013_GDivino_3

I Sindaci di Alba, Bra, Langhe e Roero capitanati dal Sindaco di Alba Maurizio Marello hanno inaugurato l’83esima Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba venerdì 11 ottobre. Quest’anno un doppio taglio del nastro: prima sul palco del Teatro Sociale “G. Busca” di Alba in collegamento con il Metropolitan Museum of Art di New York  alla presenza di Lidia Bastianich, cuoca, autrice di libri e conduttrice di programmi televisivi accanto all’Assessore al Turismo del Comune di Alba Paola Farinetti e all’Assessore al Turismo della Regione Piemonte Alberto Cirio.

Inaugurazione Fiera 2013_GDivino_4

Poi al Mercato del Tartufo nel cortile della Maddalena.  Al taglio del nastro i Sindaci del territorio insieme al Presidente della Regione Piemonte Roberto Cota, a Gemma Boeri, dell’Osteria “Da Gemma” di Roddino e allo chef stellato del Ristorante Piazza Duomo di Alba Enrico Crippa.

«Quest’anno – ha spiegato il Sindaco Marello – non abbiamo invitato ministri. Non ce la siamo sentita. Dopo la vicenda del tribunale non me la sentivo di assistere ad una passerella a cui abbiamo già assistito in passato sul tribunale ma anche su questioni come l’Autostrada Asti – Cuneo, il nuovo ospedale Alba – Bra in costruzione a Verduno, i problemi della rete ospedaliera, i trasporti. A queste cose diciamo basta.  Come Sindaci che nelle settimane scorse hanno costituito un Comitato vogliamo unitariamente lottare con senso di responsabilità e determinazione per rappresentare le giuste istanze delle nostre comunità».

Il Sindaco Marello ha parlato della soppressione del tribunale: «Noi abbiamo subito una grande ingiustizia.  Non è una questione di campanile. Il Tribunale di Alba è il più efficiente, è il più grande della provincia di Cuneo. Lo sa il presidente della regione Cota e anche i sindaci del territorio di Langhe e Roero che han dato prova, al di là delle loro idee politiche, di essere uniti sui problemi. Sono stati con me di giorno, di notte, a fare presidio, a Roma, a lottare con tutte le forze contro questa ingiustizia e qualcosina  l’abbiamo ottenuta. Il tribunale rimarrà aperto per la trattazione dei procedimenti civili per due anni e da qui vogliamo ripartire.  Faccio appello alle cariche istituzionali presenti, a tutti coloro che hanno a cuore questa terra, per dire che le ingiustizie si subiscono ma non si accettano e quindi noi continueremo a lottare».

Davanti alle diverse personalità istituzionali e alle delegazioni tedesche, austriache e spagnole ospiti della Fiera, il Sindaco ha spiegato: «Noi non siamo persone che amano lamentarsi e neanche persone che protestano vanamente su tutto ciò che accade.  Siamo persone che lavorano e lo fanno con senso di responsabilità, imprenditorialità e ingegno. Siamo persone determinate che non si piangono addosso nonostante siamo in mezzo alla più grande crisi dopo quella del 1929. Ci rimbocchiamo le maniche per uscirne. Questo territorio non ha paura della globalità, non ha paura di guardare in faccia il mondo. Seguendo questa prospettiva a novembre consegneremo il tartufo dell’anno all’Ufficio Internazionale delle Esposizioni (ndr Bureau of International Expositions), l’istituzione che organizza l’Expo 2015 a Milano e al suo presidente lo spagnolo Vicente González Loscertales che verrà ad Alba. Con la regione abbiamo iniziato un legame proficuo che ci porterà nel mondo dell’Expo».

Alla cerimonia d’inaugurazione introdotta dal Presidente dell’Ente Fiera Antonio Degiacomi e  condotta dal giornalista Antonio Paolini sono intervenuti anche il Presidente dell’Ente Turismo Alba Bra Langhe e Roero Luigi Barbero, il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo Ezio Falco, il Presidente della Provincia di Cuneo Gianna Gancia e l’imprenditore vitivinicolo Bruno Ceretto.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *