Grinzane Cavour: grande cerimonia per il primo anniversario Unesco de “I Paesaggi Vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato”

Sabato 26 settembre 2015 al castello di Grinzane Cavour una grande cerimonia per il primo anniversario dell’iscrizione de “I Paesaggi Vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato” nella lista del Patrimonio Mondiale Unesco il 22 giugno 2014 a Doha in Quatar.

La grande festa al castello residenza di Camillo Benso Conte di Cavour si è conclusa con lo scoprimento della targa dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura che ricorda il monumento come la seconda delle sei componenti che compongono il sito: La Langa del Barolo, il Castello di Grinzane Cavour, le Colline del Barbaresco, Nizza Monferrato e il Barbera, Canelli e l’Asti Spumante e il Monferrato degli Infernot.

A scoprire la targa affissa all’ingresso dell’unico edificio compreso nel riconoscimento sono stati i Sindaci di Alba Maurizio Marello e Grinzane Franco Sampò insieme al Vice Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Andrea Olivero, al Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, al Direttore del Servizio “Coordinamento e relazioni internazionali Ufficio Unesco” del Segretariato Generale del Ministero dei beni e delle Attività Culturali e del Turismo Maria Grazia Bellisario, accanto al Presidente dell’Enoteca Regionale Piemontese Cavour Tomaso Zanoletti, accanto a numerosissimi sindaci del territorio Unesco rientrati in comune con una targa commemorativa sull’iscrizione.

 

«E’ stato un momento importante con diversi interventi di spessore – sottolinea il Sindaco di Alba Maurizio Marello parlando della prima parte dell’evento con l’incontro nella sala conferenze attigua al Castello – Tra tutti voglio citare quello del Vice Ministro Andrea Olivero e del Presidente della Regione Sergio Chiamparino. Il riconoscimento Unesco sui nostri paesaggi vitivinicoli si sta rivelando una carta di straordinaria importanza per il nostro territorio ma c’è anche la necessità di affrontare questa sfida in modo adeguato. Bisogna lavorare tutti insieme su temi come il paesaggio, l’ambiente, il turismo, l’accoglienza, le infrastrutture, le strade. È una sfida a trecento sessanta gradi. Questo momento di riflessione è stato significativo in questa direzione e si è svolto nel castello di Grinzane Cavour, l’unico monumento inserito all’interno del riconoscimento Unesco perché il resto dell’iscrizione nella lista del patrimonio mondiale riguarda i paesaggi vitivinicoli. E questo per il Comune di Alba, comproprietario dell’edificio insieme al Comune di Grinzane Cavour è motivo di grandissimo orgoglio».

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *