DA “FEDERATI PER L’ULIVO” A “FEDERATI PER ALBA”

 

Siamo stati eletti nel 2004 nelle liste “Alba attiva e solidale”, “Alba città per vivere”, “Democratici di Sinistra”, “Democrazia è libertà – La Margherita”. Abbiamo formato all’inizio della consiliatura il gruppo “Federati per l’Ulivo” (capogruppo Antonio Degiacomi), nome che abbiamo mantenuto, nonostante le molte trasformazioni del quadro politico nazionale, per quanto l’Ulivo ha rappresentato di speranza nel cambiamento della politica in direzione della trasparenza, del superamento di vecchie appartenenze, del bisogno di governare  e trasformare l’Italia attraverso riforme, sviluppo, scelte ambientali e sociali.

            Attualmente al di fuori dell’ambito del Consiglio comunale ciascun consigliere partecipa alla vita politica, chi impegnandosi nel Partito Democratico (Bonardi, Degiacomi, Marello, Roggero Domini, Scavino) chi rimanendo in una dimensione civica (Foglino in Alba città per vivere – Giachino in Alba attiva e solidale), ma non chiusa al confronto con i temi di carattere nazionale, europeo, internazionale che comunque incidono sulla nostra realtà cittadina.

Avvertiamo però tra i cittadini albesi una particolare attenzione al futuro amministrativo della nostra città, un diffuso desiderio di rinnovamento e di alternativa rispetto alla coalizione che ha guidato Alba per dieci anni; ciò a partire dalla scelta del candidato a Sindaco, mettendo tale scelta nelle mani degli Albesi attraverso le primarie o altre forme di coinvolgimento dei cittadini.

            Per parte nostra riteniamo che il nostro impegno di questi anni in Consiglio comunale per la città di Alba possa aver contribuito a preparare il terreno per una nuova coalizione a livello cittadino capace di offrire una autentica alternativa di governo. Ci pare opportuno pertanto esprimere fin dal nome la dimensione civica, alternativa alla maggioranza, che ha caratterizzato il nostro impegno, assumendo la denominazione di “Federati per Alba”.

La parola “Federati” richiama la continuità con un lavoro che ci ha visti capaci di confrontarci nella diversità, nel rispetto, nella collaborazione.

            L’espressione “per Alba” esprime la nostra convinzione che si debba lavorare per nuove e più ampie alleanze, incentrate sulla trasparenza delle decisioni, sulla chiarezza in materia di conflitto di interessi, sulla sobrietà, sulla rinuncia all’invadenza e alla lottizzazione da parte delle formazioni  politiche, sulla promozione delle capacità e del merito, sull’ascolto e il dialogo con i cittadini, su progetti per il futuro di Alba, sull’amore per la nostra città, con la sua storia, le sue imprese, le sue associazioni, la sua capacità di solidarietà e la sua dimensione internazionale.

“Da qualche tempo – sottolinea Maurizio Marello – ho dato ed espresso pubblicamente la mia convinta disponibilità a candidarmi a Sindaco nell’ambito di elezioni primarie democratiche capaci di coinvolgere in modo partecipato e trasparente tutta la cittadinanza albese, mettendo al servizio della città l’esperienza amministrativa che ho maturato in questi anni. Ho constatato che vi è la disponibilità del “Partito Democratico”, delle liste civiche “Alba attiva e solidale” ed “Alba città per vivere”, vale a dire dell’’attuale centro-sinistra albese che in questi anni ha svolto un’attività di opposizione in Consiglio Comunale unita, ferma e costruttiva, a procedere verso le elezioni primarie e ribadisco che questo è, a parer mio, il metodo migliore perché i cittadini possano indicare il candidato a Sindaco di coalizione. Il progetto politico è quello di offrire alla città un’alternativa di governo credibile e capace di affrontare i tanti problemi sul tappeto (Piano Regolatore, strade, trasporti, scuola, casa,  cultura e turismo, ambiente, commercio, attività produttive, etc.) in modo efficace e con un rinnovato stile di “buona amministrazione”. Su questi temi continueremo come liste e come Consilieri Comunali a lavorare in questi mesi anche per costruire un programma da condividere possibilmente con altre forze politiche in un’ampia e coesa coalizione.”

F.to I Consiglieri Comunali Pierangelo Bonardi, Antonio Degiacomi, Leopoldo Foglino, Roberto Giachino, Maurizio Marello, Mariangela Roggero Domini, Massimo Scavino.

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. stefano d. ha detto:

    Il progetto illustrato da Maurizio Marello mi sembra un messaggio chiaro e forte: un vero discorso programmatico da candidato Sindaco. In poche parole, con la serenità che lo contraddistingue, ha saputo riassumere quelle che sono le richieste dei cittadini. Non penso si debbano fare campagne faraoniche o proclami eclatanti come fa qualcuno degli aspiranti-sindaco, ma è importante far sentire alla gente che ci siamo e siamo vicini ai loro problemi ( non per assolvere alle necessità dei singoli bensì dell’intera comunità). Affrontiamo democraticamente le primarie ed impegnamoci con lealtà a sostenere uniti e leali il candidato che il nostro elettorato esprimerà.

  2. alberto flori ha detto:

    …….solo per complimentarmi con tutto il gruppo, ma in particolar modo con Mariangela R.D. per la sua tenacia e capacità. La direzione nazionale dovrebbe imparare da persone come lei. Esterno le mie felicitazioni e i miei complimenti innanzi tutto all’Amica, ma anche alla persona di grande responsabilità. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *