Consegnati i “Passaporti Piedibus”

Giovedì 13 marzo il Sindaco di Alba Maurizio Marello insieme all’Assessore all’Istruzione Luigi Garassino e ai dirigenti scolastici dei plessi ha consegnato nelle Scuole elementari “Umberto Sacco” e “Gianni Rodari” il “Passaporto Piedibus Alba” agli alunni utenti del Piedibus, il bus umano formato da un gruppo di bambini accompagnati da due adulti: un “autista” davanti e un “controllore” dietro per chiudere la fila del viaggio diretto all’ingresso della scuola al mattino.

Rilasciato dal Comune di Alba è un piccolo libretto formato passaporto valido 5 anni con scheda anagrafica e spazio per  fototessera, quiz con regole di comportamento per bambini e genitori, giochi educativi sui temi dell’ambiente e spazio per timbri e data relativi agli anni in cui i bambini hanno partecipato al Piedibus. A tutti i  bambini utenti del Piedibus è stato consegnato il passaporto con il timbro per la partecipazione durante il primo quadrimestre dell’anno scolastico 2013 – 2014.  

La consegna dei passaporti è partita dalla scuola elementare del Mussotto, poi la  scuola elementare “Michele Coppino” in via Fratelli Ambrogio fino ad arrivare alla “Umberto Sacco” in zona Moretta ed infine alla “Gianni Rodari” di corso Europa.

«Il Piedibus è partito nel gennaio 2012 – ha ricordato il Sindaco Maurizio Marello durante la consegna dei passaporti alla scuola “Sacco” –  ed oggi si sta diffondendo come un’influenza contagiosa coinvolgendo oltre  300 bambini. Significa che questo ritorno all’antica nell’andare a scuola a piedi è bello, educativo, in linea con l’ambiente ed aiuta a stare insieme. Il passaporto Piedibus è un segno di riconoscimento come la carta d’identità ed oggi è un modo concreto per attestare un’esperienza che stiamo facendo in una delle poche città della Provincia di Cuneo che sta sperimentando questo nuovo modo di andare a scuola. E’ un’esperienza importante e voi ne siete i protagonisti. Grazie».

 Ad Alba il progetto Piedibus è stato lanciato dall’attuale Amministrazione per promuovere l’esercizio fisico dei bambini e allo stesso tempo tutelare la vivibilità cittadina e l’ambiente.

Il servizio è attivo con successo per gli alunni che frequentano i quattro plessi scolastici della città grazie all’impegno e all’entusiasmo dei dirigenti scolastici, dei genitori e dei nonni civici che ogni giorno guidano con puntualità i percorsi inferiori ad un chilometro.

Nelle diverse zone il Piedibus viaggia col sole e con la pioggia. Per i bambini è un’occasione per fare movimento fisico, socializzare, chiacchierare, imparare nozioni di sicurezza stradale e guadagnare un po’ d’indipendenza fin da piccoli.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.