“Carta vincente può essere il treno del vino per i turisti”

La Regione Piemonte, dopo un primo momento di incertezza, su pressione congiunta dei sindaci di Alba e di Asti, ha deciso di inserire tra le linee ferroviarie locali per la cui gestione verrà indetto un bando anche la tratta Alba – Asti.

In proposito il Sindaco Maurizio Marello ha fatto queste dichiarazioni a “La Stampa”:

 

Sindaco Marello, quanto crede nella possibilità di riattivare i treni tra Alba e Asti?

«La situazione è critica e nessuno lo nasconde. Non è una linea

riattivabile domani mattina, ma non può neppure essere definitivamente soppressa.

Per questo era importante essere inseriti nelle gare d’appalto, sperando nell’interesse di qualche privato».

 

Ma chi potrebbe far fronte a una spesa di 12-15milioni per mettere in sicurezza la galleria Ghersi?

«Su questo punto è necessaria una nuova perizia. Mi sembra molto strano che le prime stime

fossero di 5 milioni e le ultime prodotte siano addirittura triplicate. Forse per qualcuno

è meglio gonfiare le cifre per accantonare ogni lavoro».

 

Ma se anche si tornasse a cifre più ragionevoli, ci potrebbe essere l’interesse di qualche privato?

«Proprio nelle ultime settimane abbiamo incontrato vari tecnici interessati ad approfondire

la possibilità di riattivare la linea. L’idea di un ’’enotreno’’ che collega due aree diventate

patrimonio Unesco piace a molti, non solo in chiave turistica. Grazie ai piani integrati

territoriali siglati con la Regione, entro la fine dell’anno avremo un po’ di soldi a disposizione per studiare la

fattibilità di riattivare il treno del vino».

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.