Buon compleanno “Gazzetta d’Alba”!

Come certe anziane signore, orgogliose della loro età, “Gazzetta d’Alba” celebra con comprensibile orgoglio i suoi 130 anni di vita.

Nella storia di un giornale, come in quella di una città, 130 anni rappresentano un passaggio attraverso cambiamenti radicali, che nell’oggi rendono difficilmente riconoscibile lo ieri. L’Alba di oggi è totalmente diversa da quella in cui “regnava” Michele Coppino, anticlericale a Roma e amico dei preti ad Alba. Da quella città che si era sì data una bella lustrata costruendo nuovi edifici ma non aveva una fognatura, non aveva un marciapiede, non aveva una biblioteca. Così il giornale cattolico, dimesso nelle forme ma battagliero fino all’oltranzismo nei suoi contenuti, polemico verso le amministrazioni liberali, era ben diverso da quello di oggi. Ma di uguale qualcosa pur rimane: lo scopo di informare i cittadini e di trasmettere loro contenuti anche formativi cristianamente ispirati, la passione con cui si prendevano di petto i maggiori problemi locali sollecitandone una soluzione (difficile oggi, esattamente come ieri).

“Gazzetta” era già allora importante per chi amministrava la città, ed altrettanto importante rimane oggi. Per questo voglio anch’io dirle il mio “buon compleanno””.

Maurizio Marello

– Gazzetta d’Alba inizia i suoi festeggiamenti condividendo con la città il primo appuntamento pubblico previsto tra il 2012 e il 2013 con un CONCERTO – SABATO 30 giugno alle ore 21 presso l’arena del Teatro Sociale G.Busca di Alba (in caso di maltempo nella chiesa di San Domenico) dal titolo Top of the spot – Tra musica classica e da film con musiche di Vivaldi, Bach, Morricone, Mancini, Arlen, Gershwin dell’Orchestra da camera di Guarene diretta da Paolo Paglia. –

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *