Alba: torna il percorso dedicato al Museo diffuso Pinot Gallizio e al Teatro Sociale “G. Busca”

 

Dopo aver esordito in occasione della “Primavera di Alba e dei suoi musei”, con un buon interesse da parte dei visitatori, torna anche durante la Fiera internazionale del Tartufo bianco d’Alba, il percorso dedicato al Museo diffuso Pinot Gallizio e al Teatro Sociale “G. Busca” di Alba.

 

 

Il Comune, in collaborazione con il Centro Studi “Beppe Fenoglio”, propone sei pomeriggi alla scoperta delle opere di Pinot Gallizio presenti negli spazi comunali. Partendo dal Centro Studi Fenoglio, dove ci si concentrerà sulla visita dello Spazio Gallizio (in cui ammirare l’installazione “L’anticamera della morte”), passando dalla sala del Consiglio comunale, dove si trova esposta l’opera “Il lichene spregiudicato”, e dalla sala “Beppe Fenoglio”, arricchita dalle due tele “Le fabbriche del vento”, si arriverà, infine, al Teatro Sociale “Giorgio Busca”. Qui sarà data ai visitatori non solo la possibilità di ammirare l’opera “La notte etrusca”, ma di conoscere anche l’edificio stesso con la sua unica e caratteristica “doppia sala” e di visitare la mostra dedicata ai vent’anni dalla riapertura del Teatro Sociale ed allestita nel foyer superiore della Sala Storica.

 

 

Il Museo diffuso Pinot Gallizio è gratuito e riparte domenica 23 ottobre per continuare tutte le domeniche fino al 27 novembre con partenza alle ore 16.00 dal Centro Studi Beppe Fenoglio (piazza Rossetti, 2).

 

Per informazioni 0173 364623ideecreattivealba@gmail.com

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *