Alba: torna il percorso dedicato al Museo Diffuso Pinot Gallizio e al Teatro Sociale “G. Busca”

 

Il 23, 25 e 30 aprile con partenza dal Centro Studi “Beppe Fenoglio” alle ore 16.00

 

 

 

Dopo aver esordito lo scorso 2016 in occasione della “Primavera di Alba e dei suoi musei”, con un buon interesse da parte dei visitatori, torna anche questa Primavera, il percorso dedicato al Museo Diffuso Pinot Gallizio e al Teatro Sociale “G. Busca”.

 

 

 

Il Comune di Alba, in collaborazione con il Centro Studi “Beppe Fenoglio” onlus, propone, in occasione di Vinum, tre pomeriggi alla scoperta delle opere di Pinot Gallizio presenti nelle sale comunali e presso lo Spazio Gallizio, un intero piano dedicato al pittore all’interno del Centro Studi “Beppe Fenoglio”.

 

 

 

Il Museo Diffuso Pinot Gallizio è gratuito e verrà attivato nei giorni 23, 25 e 30 aprile con partenza dal Centro Studi “Beppe Fenoglio” alle ore 16.00.

 

 

 

Partendo proprio dal Centro Studi Fenoglio, in cui si può ammirare l’installazione “Anticamera della morte”, passando dalla sala del Consiglio comunale “Teodoro Bubbio”, dove si trova esposta l’opera “Il lichene spregiudicato”, e dalla sala “Beppe Fenoglio”, arricchita delle due tele “Le fabbriche del vento”, si arriva, infine, al Teatro Sociale “Giorgio Busca”. Qui viene data ai visitatori non solo la possibilità di ammirare l’opera “La notte etrusca”, ma anche di scoprire l’edificio stesso con la sua unica e caratteristica “doppia sala”.

 

 

Per questa nuova edizione del percorso verrà inoltre introdotta un’interessante novità: grazie alla collaborazione con l’Istituto Superiore “Piera Cillario Ferrero” ed in particolare grazie alla disponibilità di alcuni studenti dell’indirizzo Turistico, le visite verranno tradotte in simultanea in lingua inglese, offrendo così la possibilità anche ai turisti stranieri di prenderne parte.

 

 

 

Per informazioni:

 

www.centrostudibeppefenoglio.it

 

info@centrostudibeppefenoglio.it

 

Tel. 0173 364623

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *