Alba: Più spettatori, più incassi, meno costi e un utile di 31 mila euro per la stagione 2013 -2014 del Teatro Sociale “G. Busca”

«Una stagione teatrale straordinaria, al di là di ogni più florida aspettativa e al di sopra di ogni paragone rispetto ad altri teatri italiani in questo periodo».

Così l’Assessore alla Cultura Paola Farinetti  del Comune di Alba ha commentato i dati della stagione teatrale 2013 – 2014 del Teatro Sociale “G. Busca” presentandoli alla stampa martedì 6 maggio.

Rispetto alla stagione precedente, il teatro albese ha avuto  un aumento degli incassi per 13.953,90 euro, una diminuzione dei costi di 15.901,83 euro, un utile di 31 mila euro frutto della differenza tra l’importo ottenuto dalla vendita di biglietti e abbonamenti per 228.915,00 euro  e il costo della stagione teatrale (cachet spettacoli) di 197.856,00.

Cifre straordinarie conseguenza degli ottimi dati sulle presenze per gli spettacoli di prosa con una percentuale di occupazione dei posti del 96,72%. Questo, insieme all’aumento dei biglietti venduti,114 in più rispetto all’anno scorso, all’aumento nelle vendite dei pacchetti di abbonamento “Fedeltà”, 46 in più sempre rispetto alla stagione precedente.

Aumentati anche gli spettatori della rassegna della domenica pomeriggio “Famiglie a Teatro”,  che ha registrato 1.963 spettatori, 486 presenze in più rispetto all’anno scorso, e della rassegna dedicata alle scuole con 473 presenze in più.

I dati riferiti al periodo 15 settembre 2013 – 6 maggio 2014 rilevano 26.534 presenze totali tra spettacoli del cartellone teatrale più tutte le attività: affitti sala, incontri,  etc.; 11.566 biglietti venduti, 1.233 abbonamenti, 60 appuntamenti.

Spettacoli al tutto esaurito La torre d’avorio con Luca Zingaretti; Il mercante di Venezia con Silvio Orlando, Il Vizietto (La Cage aux Folles)con Enzo Iacchetti e Marco Columbro, Nascosto dove c’è più luce con Gioele Dix, Zio Vanja con Sergio Rubini e Michele Placido, Personaggi con Antonio Albanese, Nuda proprietà con Lella Costa e Paolo Calabresi. Ciarlatan con la Compagnia del “Nostro Teatro” di Sinio, Pippi Calzelunghe con Stefania Ventura.

Spettacolo con il maggiore incasso: Personaggi (€ 16.480,00);

Spettacoli più graditi: Il Vizietto (La Cage aux Folles), Personaggi, La torre d’avorio, Nuda proprietà.

Altri dati importanti sono emersi dal sondaggio sul grado di soddisfazione degli utenti distribuito al pubblico del Teatro: l’86,92% delle persone che hanno compilato il questionario si sono dichiarate tra il “soddisfatto” e il “pienamente soddisfatto”, mentre solo il 2,53% si sono dichiarati “insoddisfatti” e “poco soddisfatti”; il restante 10,55% è “sufficientemente soddisfatto” .

«Una stagione che si è distinta per eccellenza e varietà – sottolinea l’Assessore alla Cultura – e che conferma il prestigio culturale del nostro teatro, in ambito non solo locale. Avere una media – e sottolineo MEDIA – di oltre il 96% di occupazione dei posti per gli spettacoli della prosa significa registrare un apprezzamento generale e generalizzato, significa che siamo sulla strada giusta, significa che tra il teatro e il suo pubblico c’è una perfetta sintonia. Tutto questo riducendo i costi della stagione e cercando di contenere al massimo le spese strutturali del teatro. La stagione, come vedete, non solo si paga da sé, ma genera utile. Questo è un risultato eccezionale, forse addirittura senza uguali, se paragonato ad altri teatri italiani. Incoraggiante è poi il dato riferito alle fasce più giovani del nostro pubblico: i più piccoli di Famiglie a Teatro quest’anno ci hanno regalato un “tutto esaurito” per lo spettacolo Pippi Calzelunghe – primo sold out da quando abbiamo deciso di programmare questi spettacoli sulla sala grande – e poi la fascia scolastica che anche quest’anno ci ha dato molte soddisfazioni con quasi 500 ragazzi in più, senza contare che molti studenti hanno anche partecipato agli spettacoli serali, come “La coscienza di Zeno”….».

Intanto la stagione teatrale continua dall’11 al 26 maggio con la XVII edizione del festival “Il Teatro dei Ragazzi”, la rassegna di teatro studentesco che coinvolge quest’anno 13 scuole con 24 recite, e una stima del pubblico di 11.000 ragazzi. Inoltre, a giugno il teatro ospiterà 9 appuntamenti (saggi di danza, concerti, premiazioni) per i quali si prevedono circa 5.100 presenze.

Quindi, oltre a quelle finora registrate possiamo concludere che la stagione 2013/2014 vedrà circa 42.634 presenze per un totale di 93 appuntamenti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *