Alba: si è riunito il “Tavolo del Lavoro” convocato dal Sindaco Maurizio Marello

Tavolo lavoro_2Mercoledì 11 dicembre nel Palazzo comunale di Alba si è riunito il “Tavolo del Lavoro”. Istituito nel maggio scorso con voto unanime del Consiglio comunale, esso si propone d’individuare strategie per sostenere, in un momento di grave crisi, lavoratori e aziende. A questa seconda sessione  hanno partecipato, oltre allo stesso Sindaco, gli assessori Luigi Garassino e  Giovanni Bosticco, alcuni capigruppo consiliari e i rappresentanti di Confindustria Cuneo, del Centro per l’impiego, del Consorzio socio-assistenziale, della Cgil, della Cisl, della Confederazione italiana agricoltori, della Confartigianato, della Cna, di Confagricoltura e dell’Associazione commercianti.

Durante l’incontro si è parlato dei problemi sia dal punto di vista dei lavoratori che da quello delle imprese, oltre che dei casi seguiti dal Consorzio socio-assistenziale, che si trova quotidianamente a sostenere le famiglie che affrontano le conseguenze della crisi.

La situazione è difficile per molte categorie. «Gli artigiani – secondo Domenico Visca, presidente di Confartigianato –  stanno morendo. Il lavoro c’è ma le tasse sono troppe. Bisogna cambiare la fiscalità. Nella stanza dei bottoni non si rendono conto della sofferenza. La cura da cavallo può far morire la bestia».

Per vari intervenuti, esiste anche una non piccola responsabilità delle banche, la cui associazione non ha finora ritenuto di partecipare al “Tavolo”.

Quanto alla disoccupazione, secondo Lucilla Ciravegna, direttrice del Centro per l’impiego, essa è molto aumentata negli ultimi anni. Quella giovanile ha raggiunto addirittura il 22%, mentre Regione e Provincia tagliano sull’orientamento, creando in prospettiva ulteriori difficoltà proprio alla fascia giovanile. Per Stefania Bergia, di Confindustria Cuneo, è aumentata la mobilità, ma altrettanto hanno fatto  la cassa integrazione ordinaria, quella straordinaria e quella in deroga.

Durante l’incontro, gli assessori comunali Bosticco e Garassino hanno assicurato che ricontatteranno l’Associazione bancaria italiana per reinvitarla al “Tavolo”, ai cui incontri saranno coinvolti anche i parlamentari del territorio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *