Alba: serata Sky Arte HD con Valerio Berruti, Francesco Clemente e Kiki Smith

 

Sabato 4 febbraio 2017 alle ore 17.00

 

in SALA BEPPE FENOGLIO

 

Cortile della Maddalena, via Vittorio Emanuele II, Alba

 

 

 

 

 

Negli ultimi mesi il canale Sky Arte HD ha trasmesso tre speciali documentari legati al nostro territorio. E’ avvenuto lo scorso anno con Valerio Berruti, albese, classe 1977, uno dei più promettenti nomi dell’arte contemporanea italiana e più di recente con due artisti tra i più apprezzati a livello internazionale, l’americana Kiki Smith e il napoletano Francesco Clemente, chiamati ad esporre nel Coro della Maddalena di Alba per l’ormai classico appuntamento autunnale cittadino dalla famiglia Ceretto, noti produttori vinicoli impegnati anche in ambito culturale ed artistico.

 

 

 

In questi speciali sono emerse le tappe fondamentali della loro carriera e della loro storia personale, il viscerale legame di appartenenza alle Langhe di Berruti e i passaggi intensi e proficui sul nostro territorio di Kiki Smith, ospite nella Casa dell’Artista dei Ceretto per oltre 4 mesi e Francesco Clemente, autore già nel 2007 di un affresco per il Ristorante Piazza Duomo.

 

 

 

Per permettere a tutti di vedere, o di rivedere, questi bellissimi racconti la Città di Alba organizza una serata dedicata alla proiezione e al dialogo tra i protagonistiper scoprire curiosità e aneddoti legati alle interviste. Si comincia alle ore 17,00, le proiezioni saranno intermezzate dai racconti dell’artista Valerio Berruti, diRoberta Ceretto, promotrice delle mostre per la famiglia Ceretto, e della giornalistaFrancesca Priori, autrice e curatrice dei documentari prodotti e trasmessi da Sky Arte HD.

 

La serata, ad ingresso libero fino ad esaurimento posti, è organizzata in collaborazione con il Centro Studi Beppe Fenoglio e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo.

 

 

 

“Sono molto felice di poter organizzare questa serata – afferma Fabio Tripaldiassessore alla cultura e al turismo del Comune di Alba – perché, da spettatore, ho molto apprezzato i tre documentari legati alla nostra città. Berruti è un artista albese che non dimentica mai di menzionare le proprie origini, porta con sé e con i suoi progetti un po’ di Alba nel mondo. Clemente e la Smith hanno evidenziato, anche grazie al legame con la famiglia Ceretto, una profonda ammirazione per il nostro territorio. La visione di questi documentari è volutamente aperta a  tutta la popolazione albese per gioire e inorgoglirsi del nostro patrimonio culturale”.

 

 

 

 

 

VALERIO BERRUTI “Tra cielo e terra” (2015)

 

Un racconto personale ed intimo, tra esperienze di vita vissuta e aneddoti professionali, in un’intervista volutamente senza filtri. Dipanando la matassa dei ricordi, le parole dell’artista si soffermeranno sulla sua esperienza oltreoceano, a New York, a 27 anni, seguita dalla partecipazione alla Biennale di Venezia del 2009, senza dimenticare il crescente interesse verso le sue installazioni allestite in tutto il mondo. Cruciali, soprattutto sul piano personale, la nascita del figlio Zeno, gli incontri con Paolo Conte, Lucio Dalla e pure l’affinità elettiva con Beppe Fenoglio.

 

 

 

FRANCESCO CLEMENTE “Un rito sospeso tra pittura e poesia” (2016)

 

La carriera di Francesco Clemente si articola ormai in 4 decenni vissuti tra l’Italia, gli Stati Uniti e l’India dove ha collaborato con alcuni tra i massimi artisti internazionali. Qui racconta la sua filosofia di uomo e di artista, partendo dalla mostra After Omeros, allestita lo scorso autunno nel coro della chiesa della Maddalena di Alba e visitata da oltre 22 mila persone. L’artista napoletano ci rivela la sua anima di pittore-osservatore che, sospeso tra ispirazione e ritualità, materializza l’invisibile attraverso le sue opere. Lo speciale, andato in onda lo scorso 1 novembre, ha registrato un record di ascolti.

 

 

 

KIKI SMITH “Tra Alba e New York” (2015)

 

È una delle artiste più rivoluzionarie della contemporaneità, grazie ad una creatività dirompente, che ha lasciato un segno indelebile nell’immaginario degli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso. La poliedrica Kiki Smith si racconterà in esclusiva, svelando al pubblico i dettagli di un percorso avvincente, fatto di sperimentazione e coerenza. L’avvicinamento all’arte fin dalla tenera età, l’espressionismo femminista degli anni Settanta e l’attuale ricerca di silenzio e quiete naturale sono solo alcuni punti chiave di un discorso emozionante, che prenderà vita sullo sfondo della nostrana Alba in uno dei luoghi più cari all’artista.

 

 

 

 

 

INGRESSO LIBERO fino ad esaurimento posti

 

per informazioni tel. 0173 292211

 

www.comune.alba.cn.it

 

www.ceretto.com

 

www.valerioberruti.com

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *