Alba: record storico sui flussi turistici per la città e il territorio nel 2014

169.268 pernottamenti turistici tra italiani e stranieri solo nella città di Alba nel 2014.  3.519 in più rispetto al 2013 pari ad un incremento percentuale del 2% in città, sostanzialmente in linea  con l’aumento dei numeri in Langhe e Roero dove si sono registrati 640.485 pernottamenti sulle colline patrimonio dell’umanità Unesco dal 22 giugno 2014.

 

Secondo i dati diffusi dalla Regione Piemonte, si tratta di un record storico sia per la città di Alba, sia per  il territorio circostante e sono dati in crescita.

 

La sola città di Alba dotata di 66 strutture ricettive con 1.880 posti letto ha avuto, nel 2014, 71.764 turisti italiani e 97.504 turisti stranieri con un incremento del turismo estero di oltre il 5% rispetto all’anno precedente.

In città sono arrivate nuove realtà come la Cina che per la prima volta segna presenze importanti ad Alba con 1.470 pernottamenti, raddoppiati  rispetto all’anno precedente (+122%). Segue il Brasile con un incremento del 18% nella capitale del tartufo e del 6% in Langhe e Roero.

 

Sul versante europeo, i mercati storici come la Germania continuano a rappresentare un’importante fetta di mercato, così come i turisti provenienti da Svizzera e Liechtenstein che ad Alba hanno registrato 23.969 pernottamenti (+1%) mentre quelli registrati in Langhe e Roero sono stati 86.342 (+2%).

Ad Alba maggiori presenze anche dalla Scandinavia (+4% con 11.590 presenze) ma anche dal Regno Unito (+2%).

 

Oltreoceano continuano a crescere mercati importanti come gli Stati Uniti che con 6.965  registrano un +2%.

Ogni turista pernotta in media 2,3 notti su Alba e sul territorio di Langhe e Roero.

 

«Questi dati molto positivi – afferma il Sindaco di Alba Maurizio Marelloconfermano che il turismo è ormai un motore fondamentale della nostra economia e questo dimostra che Alba e il suo territorio patrimonio Unesco sono uno dei motori basilari dell’economia del Piemonte. Quindi, a proposito del dibattito degli ultimi giorni, questa è una ragione in più affinché la Regione Piemonte, come vuole il suo Presidente Sergio Chiamparino e l’Assessore regionale al Turismo Antonella Parigi, giustamente preveda una programmazione di fondi  per  poter sostenere le attività del nostro sito Unesco. E’  un’opportunità per l’intera regione, non solo per il nostro territorio».

 

«L’andamento dei dati turistici ci fa davvero piacere – dichiara l’Assessore al Turismo del Comune di Alba Fabio TripaldiE’ il risultato di un grande lavoro corale con le diverse realtà che operano  sul territorio. Oggi siamo pronti per continuare ad accogliere i nuovi visitatori provenienti da paesi turisticamente emergenti come Cina e Brasile e, contestualmente i dati consolidati relativi a Svizzera, Scandinavia e altri paesi europei fa ben sperare per l’anno in corso. Siamo comunque la prima città turistica in Provincia di Cuneo e il quarto polo turistico del Piemonte».

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *