Alba: presentati i contributi del Gruppo Egea in campo sociale. Due accordi siglati con l’Amministrazione Comunale

Ieri, venerdì 11 dicembre nella sala consigliare “Teodoro Bubbio” del Palazzo comunale di Alba sono stati presentati alla stampa e sottoscritti due accordi tra l’Amministrazione Comunale e la multiutility Egea che porteranno ad Alba e sul territorio di Langa e Roero fondi a sostegno della fasce più deboli. Nel complesso la cifra è ragguardevole: 130.000 euro messi a disposizione dal Gruppo Egea per finalità sociali.

 

Sarà proposto anche nel 2016 il “Bonus Sociale Egea”, oggetto del primo accordo che ha coinvolto oltre all’Amministrazione Comunale e alla multiutility anche il Consorzio Socio Assistenziale Alba, Langhe e Roero. Potranno, infatti, beneficiare del bonus tutti i clienti di almeno un servizio erogato da Egea residenti nei comuni aderenti al Consorzio Socio Assistenziale e con un indicatore ISEE inferiore a 9 mila euro. Il bonus di 100 euro, non cumulabile, sarà erogato direttamente con accredito in bolletta energia elettrica, gas metano, acqua o teleriscaldamento, a scelta del cliente. In caso di insoluti, il bonus sarà accreditato a parziale o totale copertura degli stessi. Le domande devono essere presentate entro il 29 febbraio 2016 al Consorzio Socio Assistenziale attraverso un modulo reperibile presso la Ripartizione Servizi Sociali di via General Govone. Le domande dovranno essere corredate di attestato ISEE valido, copia di documento d’identità e copia dell’ultima bolletta del servizio prescelto. Per quest’iniziativa Egea ha stanziato la somma di 50 mila euro.

 

Il secondo accordo riguarda il sostegno del Gruppo Egea all’autonomia scolastica: 80.000 messi a disposizione della multiutility saranno utilizzati per potenziare l’assistenza a favore dei bambini disabili nelle scuole e la loro formazione.

 

«Nonostante i pesanti tagli degli ultimi anni – ha spiegato il Sindaco di Alba Maurizio Marellosiamo riusciti a mantenere molti servizi essenziali facendo delle scelte, spostando più risorse sul settore socio assistenziale e cercando il sostegno economico di aziende come Egea che dà un contributo dimostrando sensibilità verso questioni sociali. L’assistenza all’autonomia scolastica dei bambini diversamente abili costa 330 mila. Di questi 250 mila euro sono fondi comunali e altri 80 mila euro sono il contributo Egea. Serviranno per pagare gli assistenti all’autonomia e per acquistare sussidi didattici come libri con testi ingranditi per bambini ipovedenti; una quota sarà destinata al Consorzio per i minori ed Estate Handicap».

 

PierPaolo Carini, Amministratore delegato Gruppo Egea ha indicato quest’iniziativa come espressione di «impegno finalizzato alla crescita e al miglioramento della società in cui viviamo. Anche noi cerchiamo di dare il nostro contributo in questa direzione e possiamo farlo poiché la nostra attività si basa su due componenti: quella legata al cuore che ci ricorda costantemente che questo territorio è quello delle nostre radici e resta la nostra vetrina privilegiata; la componente legata alla testa, che ha consentito alla nostra azienda di crescere e svilupparsi come realtà imprenditoriale ben radicata ormai in tutto il Nord Ovest e di mettere a disposizione risorse a sostegno delle fasce più deboli».

 

Fulvio Baratella, Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Egea ha sottolineato: «In un contesto in cui la ripresa fatica a essere percepita è necessario far rete e promuovere forme di collaborazione incisive come quelle oggi presentate che, nello specifico, costituiscono anche un anello di congiunzione tra responsabilità sociale d’impresa e attività industriale. Il valore aggiunto di questo accordo è che consente di investire sulla scuola, che rappresenta il futuro del nostro Paese, e di supportare le fasce deboli; esprime dunque valori forti e inderogabili. Come albese, infine, non posso che esprimere la mia soddisfazione nel vedere il Comune e un’azienda collaborare per il bene della città».

 

«Vi ringrazio per aver risposto con il bonus alle esigenze delle nuove povertà sociali che stanno emergendo – ha dichiarato il Presidente del Consorzio Socio Assistenziale Giuseppe CencioRingrazio anche per il contributo alle scuole albesi che consentirà di mantenere un elevato livello di qualità di servizio».

 

«Rispetto ai miei colleghi dirigenti di altri comuni della provincia mi sento un privilegiato – ha dichiarato Michele Cauda Dirigente dell’Istituto comprensivo Piave San Cassiano – Perché il Comune di Alba mette a disposizione delle scuole assistenti all’autonomia lasciando alla scuola stessa piena libertà sulla gestione del personale che è così perfettamente integrato con il corpo docente in un rapporto paritario, consentendo anche alle insegnanti di sostegno di avere un ruolo che va ben al di là dell’assistenza fisica o psicofisica. Questo è un privilegio. Ricordo e ringrazio Mariangela Roggero Domini che è stata la prima a coinvolgere Egea nel sostegno delle attività assistenziali del Comune».

 

All’incontro hanno partecipato gli assessori comunali Alberto Gatto, Luigi Garassino, Rosanna Martini e Anna Chiara Cavallotto insieme ai Consiglieri Leopoldo Foglino e Ivano Martinetti accanto ai dirigenti scolastici e al Direttore del Consorzio Marco Bertoluzzo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.