Alba: le maschere del Carnevale della Famija Albeisa accolte dal Sindaco

Carnevale Famija Albeisa 2013_3

Sabato pomeriggio 26 gennaio il Sindaco di Alba Maurizio Marello ha accolto in Comune la tradizionale visita del gruppo musicale e delle maschere del Carnevale benefico della Famija Albeisa organizzato ogni anno dall’Ente Morale con esibizioni nelle case di riposo e in altri luoghi della città. L’accoglienza in piazza Duomo prima, poi l’incontro nella sala consigliare del Palazzo comunale dove, con gag e battute, Ciuciabarlet accompagnato da Lasagnon ha incalzato il Sindaco sull’attualità cittadina, sui lavori pubblici fatti negli ultimi mesi, sulla viabilità, sul tribunale, sul semaforo a San Rocco Seno d’Elvio,  sulla Casa della Protezione Civile, sulla raccolta differenziata, sull’isola ecologica, sull’I.M.U.

Scherzi e risate, poi il Sindaco ha risposto sui tanti lavori pubblici fatti in città da settembre a dicembre 2012 grazie allo svincolo sul Patto di stabilità concesso ad Alba Comune riconosciuto virtuoso a fine luglio 2012 con la possibilità di spendere nei pochi mesi successivi. Quanto alla viabilità il Sindaco ha parlato del lavoro in corso  per l’avvio in primavera dei lavori del lotto mancante dell’autostrada  e del terzo ponte sul Fiume Tanaro utile ad alleggerire il traffico in entrata e in uscita dalla città.

Sul tribunale e sulla sua salvezza, c’è ancora speranza. I dipendenti hanno presentato ricorso e il giudice ha sollevato il problema davanti alla Corte Costituzionale che dovrà pronunciarsi sulla legittimità o meno della legge di soppressione per il Tribunale di Alba e per altri tribunali italiani.

Quanto al semaforo installato a San Rocco Seno d’Elvio ha lo scopo di rallentare la speditezza degli autoveicoli. Sul tratto sarà anche collocato un autovelox per frenare la velocità soprattutto delle moto. Quanto alla nuova sede della  Casa della Protezione Civile si sta per siglare una convenzione con la Protezione Civile provinciale che gestirà i locali di Via Ognissanti per tutte le associazioni della città incluse quelle che avevano sede nei locali dell’ex Mattatoio di Via Michele Coppino recentemente dichiarati inagibili.

Per la raccolta dei rifiuti elogio ai cittadini albesi. Grazie a loro la raccolta differenziata in città ha raggiunto il 62%. A Roma sono al 32%. Intanto, partiranno a breve i lavori per la nuova isola ecologica dietro al Cimitero di Via Ognissanti. Avrà  forma circolare per maggior facilità di accesso e uscita  e sarà controllata da un sistema di videosorveglianza a circuito chiuso.

Infine, le tasse. L’ I.M.U. nell’ultimo anno è costata molto a cittadini ed imprese. Con l’I.C.I. il Comune incassava sei milioni di euro, con l’I.M.U. ha incassato 11 milioni e 400 mila euro. Tuttavia, il 50% va allo Stato. Il Comune di Alba non incassa nulla di più rispetto a quanto incassava con  l’I.C.I. nonostante il maggior esborso dei cittadini. Oltre a ciò, nel 2013 ci sarà anche la Tares, una tassa sui rifiuti, cui il Governo ha aggiunto un balzello che la appesantisce non di poco e che va tutto a suo beneficio. Si sta mediando affinché il Governo ci ripensi.  I soldi mancano ma è giusto chiedere a chi ha di più. Inoltre, servono
politiche che diano prospettive occupazionali ai giovani.

Con questo auspicio si è chiuso l’incontro tra il Sindaco e le maschere della Famija Albeisa che hanno salutato tutti dando appuntamento al Carnevale mussottese domenica 10 febbraio in Frazione Mussotto ad Alba.

Carnevale Famija Albeisa 2013_6

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *