Alba: le eccellenze di Chieri e del Chierese protagonisti dello scorso week end di Fiera del Tartufo

 

 

«Fare squadra è l’idea vincente per valorizzare i nostri paesaggi e le nostre eccellenze. Il nostro paese non potrà andare a fondo finché ci saranno i nostri 8 mila comuni italiani».

 

A dirlo è stato il sindaco di Alba Maurizio Marello  durante l’incontro tra la Fiera internazionale del Tartufo Bianco d’Alba e Chieri ed il Chierese, sabato 27 ottobre in sala “Beppe Fenoglio”.

 

Coordinati dal presidente dell’Ente Fiera internazionale del Tartufo Bianco d’Alba Liliana Allena, sono intervenuti sul palco Marina Zopegniassessore ad Attività produttive, Commercio, Agricoltura e Artigianato del Comune di Chieri, Adriano Pizzo sindaco di Pecetto, Bruno Cornigliasindaco di Marentino, Livio Strasly sindaco di Riva Presso Chieri e Riccardo Gioachin consigliere di Pavarolo.

 

«I legami con altre città ed altri territori che abbiamo instaurato negli ultimi anni sono legami che vogliamo coltivare – ha affermato il sindaco Maurizio Marello – Ringrazio la presidente Liliana Allena per aver organizzato questo evento. L’idea delle buone relazioni tra municipi, tra territori facendo squadra presentandoci uniti per mettere in vetrina i nostri prodotti, i nostri paesaggi e le nostre eccellenze  è la sfida giusta per il futuro e fa molto piacere che in questi anni l’amicizia è cresciuta».

 

Un legame di amicizia tra Alba, Chieri ed il Chierese anche per presentare insieme le eccellenze del territorio protagoniste dello scorso week end di Fiera del Tartufo: i vini del Consorzio del Freisa, i dolci di Chieri con il panettone, i grissini Rubatà, la Focaccia Chierese, le ciliegie di Pecetto con una fiera che ha compiuto 103 anni quest’anno, il miele di Marentino, la carne di Riva Presso Chieri, la Susina Purina con la fiera Brigna Purin-a di Pavarolo.

 

All’evento hanno anche partecipato il presidente del Consiglio comunale di Alba Roberto Giachino ed il consigliere Mario Marano.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *