Alba: incontro “Sanità, quale futuro?”

«Bisogna tornare a concentrarsi sui contenuti e su come deve essere organizzata la sanità del nostro territorio. Serve il contributo di tutti e dobbiamo essere propositivi»

«Arriviamo lunghi sulla realizzazione dell’ospedale Alba – Bra in costruzione a Verduno e arriviamo in un momento di grave crisi per il paese e per la sanità piemontese, in una regione con svariati miliardi di debiti. Questo è il quadro dal quale non possiamo sottrarci. Riguarda le provincie e la riorganizzazione ospedaliera di tutta la regione». Lo ha sottolineato il Sindaco di Alba Maurizio Marello intervenendo all’incontro “Sanità, quale futuro?” sabato 13 dicembre al Caffè Savona di Alba.

 

Il Sindaco Marello ha poi ricordato che  «Rispetto a tutto questo, il nuovo ospedale è in corso di realizzazione. La difficoltà maggiore è la regolarità dei flussi economici dalla Regione ma il tema del nostro nuovo nosocomio è all’ordine del giorno e l’importante è che sia finito in tempi  ragionevoli».

 

«Come Amministrazione – ha spiegato Maurizio Marello – stiamo seguendo il nuovo ospedale ma anche l’alienazione dei due attuali nosocomi di Alba e Bra. Bisogna tornare a concentrarsi sui contenuti e su come deve essere organizzata la sanità del nostro territorio con i servizi connessi, su come far funzionare quello che c’è ora per poi far funzionare meglio Verduno. Serve il contributo di tutti e dobbiamo essere propositivi. La riflessione sui posti letto va fatta con spirito costruttivo. Dobbiamo recuperare la fiducia dei cittadini nei confronti di questa nuova  struttura. Verduno è strategico per la sanità del territorio. Va finito per garantire a tutti un servizio sanitario di qualità. Bisogna anche capire quali servizi rimarranno nei vecchi ospedali di Alba e Bra. Proviamo a concentrarci su tutta una serie di questioni che non sono secondarie. Abbiamo davanti un biennio. Lavoriamo insieme uniti mantenendo i costanti contatti  con la Regione e ce la faremo».

Così il Sindaco all’incontro moderato  da Pietro Ramunno con gli interventi di Giovanni Monchiero (deputato di Scelta Civica per l’Italia), Francesco Morabito (Direttore Generale dell’Asl CN2), Davide Adriano (Presidente della Conferenza dei Sindaci dell’ASL CN2), Maria Milazzo (Presidente della Commissione Socio-Assistenza del Comune di Bra), Emilio Barbero (Fondazione Nuovo Ospedale Alba Bra Onlus), Giovanni Asteggiano (Direttore dell’Unità Operativa Complessa dell’Asl CN2) e  Giusto Viglino (Comitato Ospedale Alba – Bra).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.