Alba: inaugurata la sala Paolo Farinetti memoria della Resistenza e della Lotta di Liberazione

«Sull’attività dei partigiani è nata la nostra Costituzione e la nostra democrazia»

Sala Paolo Farinetti_1

Il Centro Studi di Letteratura, Storia, Arte e Cultura “Beppe Fenoglio” di Alba ha una sala intitolata a Paolo Farinetti dedicata all’approfondimento del periodo della Resistenza albese e alla lotta per la Liberazione. La sala è stata inaugurata sabato 20 aprile alla presenza dei figli del comandante, Oscar e Paola Assessore alla Cultura del Comune di Alba e della moglie Bianca che ha scoperto la targa alla presenza  di molte personalità politiche ed istituzionali del territorio.

«Questo Centro – ha affermato il Sindaco Maurizio Marello – sta diventando lo scrigno della nostra città, un luogo  con storie di vita e personaggi che hanno caratterizzato il nostro ‘900 come Beppe Fenoglio e Pinot Gallizio, ma anche personaggi come il comandante Paolo vice sindaco, consigliere comunale e anche importante imprenditore. Qui lo ricordiamo come il comandante Paolo che in quei mesi terribili che vanno dall’armistizio fino alla Liberazione decise di partecipare attivamente all’opera di Liberazione. Sull’attività dei partigiani è nata la nostra Costituzione, la nostra democrazia, si è posto fine ad un ventennio che aveva drammaticamente travolto il nostro Paese e l’Europa. Si sono poste le basi per un periodo di pace lunghissimo che fortunatamente è quello che abbiamo attraversato ed è quello che stiamo vivendo. Quindi, fare memoria di persone come Paolo Farinetti significa avere un sentimento di riconoscimento e di gratitudine per chi, in momenti molto più difficili di quelli che stiamo attraversando, ha rischiato la propria vita e ha deciso di dare una spallata a quel sistema. Dedicare una sala a Paolo Farinetti è un gesto molto significativo, un gesto dovuto da parte della nostra città ed è un gesto che facciamo con piacere impegnandoci nei limiti delle nostre capacità a dare continuità a questa testimonianza».

La sala Paolo Farinetti memoria della Resistenza e della Lotta di Liberazione è visitabile  negli orari di apertura del Centro Studi dal martedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18; sabato dalle 9 alle 12.

Dopo l’inaugurazione dello spazio Farinetti, nella sala consiliare del Palazzo comunale la presentazione del libro di Fabio Bailo “Paolo Farinetti e la XXI Brigata Matteotti”, primo volume della collana “Comandante Paolo Farinetti” dedicata alle formazioni partigiane operanti nell’albese. Più tardi la consegna del premio “Comandante Paolo Farinetti 2013”. Quest’anno tre menzioni speciali. Il primo riconoscimento è andato alla Scuola Media Vida Pertini di Alba  per un video sulla storia della scuola legato al periodo della Resistenza, “Assassini di carta e voci di pietra”; la seconda menzione alla sceneggiatura del film di Daniel D’Aquino “Neve rosso sangue –Valmala 6 marzo 1945”; la terza allo studio “IslaFlan – una formazione partigiana internazionale nelle Langhe” di Ezio Zubbini, invitato ad approfondire ulteriormente l’opera per entrare nella collana “Comandante Paolo Farinetti”.

Gli eventi hanno aperto le celebrazioni albesi del 25 Aprile, Festa della Liberazione.

Di seguito i prossimi appuntamenti:

Martedì 23 aprile, al Teatro Sociale di Alba, alle ore 9.45, spettacolo delle scuole medie albesi con protagonisti gli alunni ed i ragazzi di Scampia. Alle ore 21.00 al Centro Giovani H Zone, in piazzale Beausoleil, “Lenuccia” spettacolo teatrale su una protagonista dell’insurrezione popolare di Napoli contro i nazisti, con Maddalena Stornaiuolo.

Mercoledì 24 aprile, alle ore 21, nella Chiesa di San Giuseppe di Alba, proiezione del film, di Dino Risi con Alberto Sordi “Vita difficile”. Commento a cura del professor Pier Mario Mignone.

Giovedì 25 aprile, a Valdivilla, alle ore 11.00, raduno partigiano e commemorazione.

A Treiso, alle ore 20.00, fiaccolata alla Cappella dei Canta. Alle ore 21.30, nella palestra comunale di Treiso, concerto di Gianmaria Testa alternato a letture dello storico Marco Revelli.

Le manifestazioni sono organizzate dal Comune di Alba con la collaborazione dell’Associazione Colle della Resistenza, dell’A.N.P.I. di Alba, dell’Associazione “Padre Girotti” e di “Collisioni”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *