Alba: il Sindaco Maurizio Marello è intervenuto alla “Cerimonia delle Candele” organizzata dalla F.i.d.a.p.a.

Ieri, venerdì 17 aprile, la sala consiliare del Palazzo comunale di Alba ha ospitato la “Cerimonia delle Candele” organizzata dalla F.i.d.a.p.a. (Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari) sezione di Alba. Alla serata introdotta dalla Presidente Silvia Calzolaro è intervenuto anche il Sindaco della città Maurizio Marello.

 

«Mi fa piacere intervenire in questa cerimonia – ha dichiarato il Sindaco Maurizio MarelloNel Consiglio comunale di Alba ci sono otto donne consigliere e tre donne assessore. Le donne portano più idee e sensibilità diverse. Mi fa piacere che questa cerimonia significativa si svolga in questa sala che è la più importante della città.  È una cerimonia nata nel 1942, nel periodo più buio della storia del ‘900 e dell’umanità in generale ed è nata portando speranza per la cessazione del conflitto bellico avvenuto settant’anni fa. Quando le squadre fasciste arrivarono ad Alba ed occuparono il Palazzo comunale  il Sindaco Giovanni Vico fu talmente illuminato che continuò a riunire il consiglio comunale nella sua abitazione privata tenendo il lume acceso della democrazia come le vostre candele. Quel lume divenne luce viva quando il nostro paese fu liberato il 25 aprile. Proprio la prossima settimana festeggeremo i settant’anni dalla Liberazione con diversi eventi in città».

 

Il Sindaco Marello ha  poi invitato le associate alla cerimonia di inaugurazione della sala consigliare intitolata a Teodoro Bubbio primo Sindaco di Alba Libera in programma per mercoledì 22 aprile alle ore 17.30.

 

Sempre nella stessa sala consigliare di Alba giovedì 30 aprile alle ore 18.00 si terrà un Consiglio comunale straordinario in memoria del Signor Michele Ferrero.

 

Alla “Cerimonia delle Candele” hanno assistito anche l’Assessore alle Pari opportunità Rosanna Martini e il Consigliere comunale Pierangela Castellengo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *