Alba: il Sindaco Maurizio Marello al convegno “Come Pesci sugli Alberi”: «ognuno di noi deve fare un passo affinché l’uguaglianza sia davvero reale nella nostra comunità»

 

«Come famiglie e come insegnanti abbiamo una responsabilità straordinaria di fronte ad una persona con talenti magari superiori che vive in una condizione di disagio. In questi casi ognuno di noi deve fare un passo affinché l’uguaglianza sia davvero reale nella nostra comunità».

È quanto ha affermato il Sindaco di Alba Maurizio Marello intervenendo al convegno sulla dislessia “Come Pesci sugli Alberi” organizzato dalla Fondazione Elena e Gabriella Miroglio Onlus sabato 21 novembre in uno spazio dell’azienda in via Santa Barbara, col il patrocinio del Comune di Alba e del Ministero della Pubblica Istruzione.

 

«L’idea di questo convegno è nata da un’esigenza personale che nel tempo si è manifestata comune a diverse persone – ha dichiarato Elisa Miroglio Presidente della Fondazione Elena e Gabriella Miroglio – La dislessia per me è stato un argomento sconosciuto fino a quando ho scoperto di avere un figlio dislessico. Ho vissuto con lui le difficoltà legate alla scuola ed ho cominciato a capire qualcosa sul tema leggendo libri e partecipando a convegni. Ho scoperto che c’era poca informazione. È nata così questa volontà di aiutare questi bambini che hanno difficoltà a scuola e che giorno dopo giorno perdono autostima in sé stessi».

 

«Ringrazio Elisa Miroglio perché oggi rende un servizio alle famiglie e al mondo scolastico qui ampiamente rappresentato da dirigenti e insegnanti – ha detto il Sindaco Maurizio MarelloQui non si tratta di parlare di normalità o anormalità. Il fondamento di questa giornata credo risieda nelle parole uguaglianza e dignità piena che la nostra Costituzione ha previsto all’articolo tre: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”. C’è poi un secondo comma che afferma “E` compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana”. La Repubblica che deve rimuovere gli ostacoli nella vita di Elisa sono state le persone che ha incontrato, che hanno seguito suo figlio, che lo hanno integrato ed hanno contribuito a rimuovere gli ostacoli, limiti al pieno sviluppo di ciascuno di noi».

 

Così il Sindaco all’incontro coordinato dal Consigliere Paola Farinetti con gli interventi di esperti mondiali sull’argomento: Giacomo Stella Fondatore Associazione Italiana Dislessia, Ordinario di Psicologia clinica, Università di Modena e Reggio Emilia, Direttore Scientifico SOS Dislessia; Maria Luisa Gorno Tempini Department of Neurology UCSF Memory and Aging Center University of California-San Francisco; Alessandro Baricco scrittore; Camillo Bortolato ideatore del metodo analogico intuitivo; Livia Teruggi Professore di Didattica Generale Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione dell’Università degli Studi di Milano.

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *