Alba ha celebrato il “Giorno del ricordo”

Ieri, domenica 10 febbraio,  Alba ha celebrato il “Giorno del ricordo” in memoria delle circa diecimila vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre di istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale. Per l’occasione, il Sindaco di Alba Maurizio Marello, accompagnato dall’Assessore Olindo Cervella e da altre personalità istituzionali, ha deposto una corona di alloro nel giardino di corso Matteotti intitolato due anni fa proprio alle “Vittime delle foibe”, insieme a quello di via Roma che ricorda le “Vittime dei campi di sterminio”.

Foibe corona_2013_3

Secondo il Sindaco, Alba vuole essere una città che fa memoria dei periodi più bui del ‘900, quei periodi in cui l’odio razziale e politico si è tragicamente scatenato. In nome di questo ricordo l’Amministrazione vuole celebrare il valore della pace nel modo più profondo. Nel rispetto delle idee di tutti, questi momenti non devono essere momenti di rivendicazione né di divisione. Devono essere momenti in cui ciascuno guarda al futuro per costruire un futuro di pace. Ricordare le guerre che hanno ripetutamente lacerato l’Europa nel ‘900 significa volersi impegnare a costruire un’Europa unita e solidale.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *