Alba: ci sono i contributi sul pagamento della tassa rifiuti richiedibili fino al 20 novembre

Mercoledì 30 settembre nella sala Giunta del Palazzo comunale di Alba il Sindaco Maurizio Marello insieme al Vice Sindaco e Assessore ai Servizi sociali Elena Di Liddo, all’Assessore al Bilancio Luigi Garassino e agli esponenti sindacali di Cgil, Cisl e Uil ha presentato il bando per i contributi destinati alle famiglie maggiormente penalizzate dalla Tassa sui rifiuti (Tari).

Il contributo è frutto di un accordo firmato nell’agosto scorso dall’Amministrazione comunale con le suddette organizzazioni sindacali.

 

A tal fine il Comune di Alba ha stanziato un fondo di 10 mila euro per la restituzione della tassa rifiuti a chi ha i seguenti requisiti: residenza nel Comune di Alba; persone fisiche intestatarie di una sola utenza domestica Tari relativa all’abitazione di residenza fino a un massimo di 3 pertinenze; nessun componente del nucleo familiare deve essere intestatario di altre utenze domestiche Tari sia nel Comune di Alba che in altri comuni; essere in regola con i pagamenti della Tares 2013 e della Tari 2014 e 2015 alla data di presentazione della domanda; non beneficiare di altre riduzioni, esenzioni, agevolazioni ovvero contributi sul medesimo tributo previste con riferimento alla Situazione Economica Equivalente (Isee); non aver ricevuto provvedimenti di accertamento relativi ai medesimi tributi; essere in possesso di un Isee valido.

I contributi saranno concessi secondo le seguenti modalità:

  • coloro che hanno un Isee fino a 10 mila euro potranno avere un contributo del 70% sulla Tari pagata per il 2015 al netto dell’addizionale provinciale (pari al 5%);
  • per redditi con Isee da 10.000,01, fino ad 15 mila sarà concesso un contributo pari al 50% della Tari pagata per l’anno 2015 al netto dell’addizionale provinciale (pari al 5%);
  • per redditi con Isee da 15.000,01 fino 17 mila euro sarà riconosciuto un contributo massimo pari al 25% della Tari pagata per l’anno 2015 al netto dell’addizionale provinciale (pari al 5%); il limite di 17 mila euro è elevato a 18 mila euro in caso di nuclei mono-parentali.
  • i contributi saranno erogati solo su importi superiori a 25 euro.«Insieme ai sindacati abbiamo raggiunto un accordo importante per i cittadini sulla tassa rifiuti che, in questo periodo non facile, pesa sul bilancio delle famiglie – ha spiegato il Sindaco Maurizio MarelloIl nostro Comune aveva già fatto un’iniziativa simile nel 2013 stanziando una cifra rilevante per le imprese e per le famiglie colpite dalla Tares».«E’ un accordo importante – ha sottolineato l’Assessore al Bilancio Luigi Garassinoperché consente di restituire parzialmente ai cittadini con più difficoltà l’importo pagato per la Tari. Il confronto con i sindacati proseguirà in occasione della stesura del bilancio di previsione per il 2016».«Essere riusciti a trovare queste risorse è un ulteriore segnale di quanto si cerca di andare incontro alle persone che hanno difficoltà – ha affermato il Vice Sindaco e Assessore ai Servizi sociali Elena Di LiddoOltre a questo aiuto economico, l’Amministrazione comunale di Alba concede altre agevolazioni su diversi ambiti alle fasce più deboli della popolazione».Durante la conferenza gli esponenti sindacali presenti si sono impegnati a pubblicizzare questo bando affinché un gran numero di persone sappiano di questa opportunità.Le domande di contributo potranno essere presentate dall’1 ottobre al 20 novembre 2015 utilizzando l’apposito modulo reperibile alla Ripartizione dei Servizi Sociali del Comune di Alba in via General Govone, 11 oppure sul sito web: www.comune.alba.cn.it.
  • Le domande compilate dovranno poi essere consegnate direttamente
  • all’ufficio Protocollo del Comune di Alba in piazza Risorgimento, 1 dal martedì al venerdì 8.30 – 12.30; sabato 8.30 – 12.00; giovedì 8.30 – 12.30 / 14.30 – 16.30;
  • oppure inviate via posta certificata all’indirizzo comune.alba@cert.legalmail.it allegando il modulo di domanda completo di tutti gli allegati e firmato digitalmente.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *