Alba: celebrato il 204esimo annuale della fondazione dell’Arma dei Carabinieri

 

 

 

 

Domenica 10 giugno nei “Giardino Vittime dei Campi di Sterminio” in via Roma ad Alba è stato celebrato il 204esimo annuale della fondazione dell’Arma dei Carabinieri a cura dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Alba.

 

 

 

La cerimonia, coordinata dal luogotenente in pensione Ignazio Patti presidentedell’Associazione Nazionale Carabinieri di Alba, si è aperta con l’intervento del Sindaco di Alba Maurizio Marello all’evento insieme agli assessori Anna Chiara Cavallotto  e Alberto Gatto.

 

 

 

«Siamo in questo luogo significativo che ricorda i caduti di tutte le guerre – ha ricordato il Sindaco Maurizio Marello – con gli Alpini, i Carabinieri, gli esponenti della Finanza ed altre associazioni. Tutti gruppi che in modo diverso danno un contributo alla vita della nostra città. Questo è fondamentale perché una comunità è tale se c’è partecipazione, c’è assunzione di responsabilità e c’è condivisione. Una comunità come la nostra deve molto all’Arma dei Carabinieri per il lavoro sulla sicurezza dei cittadini. Siete un punto di riferimento imprescindibile, rappresentate a pieno titolo la vostra istituzione ed il nostro paese. Vi ringrazio a nome della città per il servizio che fate ed auguro all’Associazione Nazionale Carabinieri di Alba di continuare nel lavoro prezioso fatto in questi anni accanto al nucleo di Protezione Civile. Presto collocheremo un pennone in questo luogo laicamente sacro per la città affinché possa ricordare ai cittadini il passato e costruire un futuro che sia di pace e non più di guerra».

 

 

 

All’evento è intervenuto anche il capitano Giacomo Conte comandante della Compagnia dei Carabinieri di Alba ed è stato letto l’ordine del giorno comandante generale dell’Arma del 5 giugno 2018, prima della deposizione della corona di alloro sul monumento ai Caduti.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *