Alba: approvato il Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2013 anche quest’anno entro dicembre

Giovedì 27 dicembre si è svolto ad Alba l’ultimo Consiglio comunale dell’anno 2012 con l’approvazione del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2013.

Il documento è stato elaborato sulla base dei tagli statali. Nel 2013 mancherà al Comune di Alba un ulteriore milione e 700 mila di euro che si somma alle decurtazioni degli anni precedenti. L’Amministrazione guidata dal Sindaco Maurizio Marello con l’Assessore al Bilancio Leopoldo Foglino ha dovuto, quindi, fare i conti con i fondi mancanti.

«Dal 2010 –  ha spiegato l’Assessore Foglino – i trasferimenti statali sono passati da 6 milioni e 400 mila euro a 2 milioni di euro. C’è stata una riduzione di 4 milioni e 400 mila euro. Questo mentre i cittadini albesi versano allo Stato oltre 200 milioni di euro solo di Irpef senza contare le altre imposte. Di tutto ci sono restituiti solo 2 milioni di euro». Considerando anche i tagli regionali sui trasporti e sugli asili nido, per continuare a garantire i servizi è previsto un modesto ritocco dell’Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche) a scaglioni secondo il criterio della progressività. «Per i cittadini con reddito fino a 15 mila euro – ha dichiarato l’Assessore al Bilancio – sarà costituito un fondo di solidarietà che entrerà in funzione nel 2013 e che prevede la restituzione di tutta o di una parte della somma versata previa presentazione dell’Isee».   In bilancio prevista anche l’entrata della tassa relativa ai rifiuti e ai servizi (Tares) che sostituisce la soppressa tassa sui rifiuti solidi urbani (Tarsu). Prevista anche l’entrata dell’I.M.U. (Imposta Municipale Propria) con una riduzione sui nuovi immobili costruiti ma invenduti.

Nel documento previsti anche investimenti per otto milioni di euro. Investimenti finanziati in gran parte dall’avanzo di amministrazione utilizzato per costruire la Scuola Media in zona Moretta. «Questo investimento è molto condizionato dal Patto di stabilità – ha avvertito l’Assessore Foglino -. Stiamo lavorando per avere la possibilità di spendere anche nel 2013 in modo da portare ulteriore beneficio anche all’economia locale come è avvenuto nel 2012 con la realizzazione di lavori pubblici per circa 7 milioni di euro».

«Anche quest’anno, il Comune di Alba – ha affermato il Sindaco Maurizio Marello – approva il bilancio preventivo entro la fine dell’anno. E’ una notizia, ancora di più quest’anno, quando un numero significativo di comuni, il bilancio 2012 lo ha approvato a giugno 2012 e altri comuni lo hanno approvato ad ottobre 2012. Non è una critica ma è per spiegare com’è diventata dura la vita per le famiglie, per le imprese e per gli enti locali. Tuttavia, con l’estinzione anticipata dei mutui, Alba non ha più debiti. E’ un Comune solido con un’autonomia finanziaria cresciuta al 92% dove il supporto regionale scende dal 50 al 33%. Quest’anno per la prima volta il Comune di Alba ha versato al Consorzio Socio Assistenziale Alba Langhe Roero una quota superiore a quella della Regione Piemonte. Il fondo di riserva è di 300 mila euro. Di questi, circa 200 mila euro andranno al Consorzio Socio Assistenziale e alla scuola». Il Sindaco ha poi aggiunto: «Su 4 milioni e 400 mila euro di tagli statali solo 1 milione e 200 mila euro sono recuperati attraverso le tasse. Il resto è risparmio sulla macchina amministrativa ma di più non si può fare. Per quanto riguarda l’I.M.U. non abbiamo apportato rialzi in corso d’anno come hanno fatto molti comuni. Avremmo voluto ridurla ma non ci siamo riusciti. Siamo riusciti ad abbassarla sull’invenduto delle imprese. Abbiamo ritoccato l’Irpef perché avevamo le aliquote tra le più basse e sarebbe stato irrazionale pensare di chiudere i servizi importanti per la nostra cittadinanza». Tuttavia, ha poi promesso  il Sindaco Marello: «Se ci saranno variazioni in positivo, l’impegno dell’Amministrazione è tornare in Consiglio e riapprovare il bilancio preventivo con la riduzione delle tasse».

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *