Alba: approvate in Consiglio la seconda e la terza variante al Piano regolatore  

 

 

 

 

Il Consiglio comunale di Alba venerdì 29 settembre 2017 ha approvato con il voto della maggioranza e l’astensione dell’opposizione la seconda e la terza variante parziale al Piano regolatore generale in vigore dall’1 giugno 2016.

 

 

 

La  Variante Parziale numero 2 riguarda:

 

la trasformazione  di un’area in corso Barolo che consentirà la realizzazione di un edificio per attività commerciale, senza cambiare la destinazione dei lotti limitrofi;

 

la trasformazione di un’area residenziale in via Garibaldi di frazione Gallo in zona produttiva;

 

la trasformazione di una porzione di terreno in zona  in San Rocco Cherasca  in zona agricola di alto valore agronomico, di pregio ambientale e paesaggistico;

 

il ridisegno del tracciato stradale in prossimità dei lotti di terreno nelle zone urbanistiche nei pressi di corso Asti nonché la previsione di una nuova rotatoria ai limiti del Comune di Alba, senza aumenti o diminuzioni delle superfici territoriali;

 

la trasformazione di una porzione residenziale  in corso Asti in zona produttiva a destinazione variabile;

 

la trasformazione di una porzione residenziale in corso Cortemilia  in zona agricola di alto valore agronomico, di pregio ambientale e paesaggistico;

 

lo sviluppo della nuova zona produttiva ubicata in corso Nino Bixio a ridosso del centro storico. Al tal fine una parte, circa 800 metri, dell’area residenziale esistente viene trasformata in area produttiva. La variante prevede inoltre il ridisegno senza cambiare le dimensioni del parcheggio pubblico su piazzale “Pio Cesare” attualmente accessibile da corso Nino Bixio avrà ingresso da via San Rocco;

 

la variante prevede anche il ridisegno di una piccola porzione di terreno in via Crispi  confinante con la zona per parchi territoriali urbani  e la zona di corso Enotria, con la compensazione di superfici e  l’introduzione di una piccola zona di verde privato.

 

 

 

Oltre a ciò, la variante prevede l’inserimento nel Piano regolatore di una striscia di terreno ubicata tra via Garibaldi in frazione Gallo ed il Comune di Alba.

 

 

 

Inoltre, la variante prevede anche l’ubicazione e la possibile realizzazione di sale del commiato in zone  con destinazione produttiva-direzionale “Pd”.

 

Previste alcune modifiche ed integrazioni sulle normative.

 

La variante riporta le zone di tutela assoluta in merito all’opera di presa di acque superficiali destinate al consumo umano, ad opera della società Tecnoedil.

 

 

 

Per quanto riguarda la terza variante al Piano regolatore generale riguarda la cava di sabbia e ghiaia denominata “Biglini9” della società Stroppiana S.p.A., in località Biglini. I tre lotti relativi all’attività di cava in oggetto saranno trasformati in zona produttiva per la coltivazione di cava.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.