Posa della prima pietra della nuova Sede di presidio idraulico idrogeologico di Protezione Civile di Alba


Alba - posa della prima pietra Protezione Civile (foto Silvia Muratore)

Martedì 30 novembre, il Sindaco di Alba Maurizio Marello, ha posato la prima pietra dei lavori di realizzazione della nuova sede della Protezione civile di Alba, che verrà realizzata in via Ognissanti, nell’area attigua alla Croce Rossa.

Da anni l’impegno dell’amministrazione comunale di Alba è quello di riuscire a concentrare in un unico punto di riferimento l’operatività di tutti i comparti gravitanti nella sfera di protezione civile e del volontariato, con particolare vocazione tecnica, essendo attualmente tali servizi dislocati in luoghi diversi nei vari punti della città, con evidenti complicazioni gestionali.

Un primo intervento ha già permesso negli anni passati l’insediamento, in via Ognissanti, della sede operativa della Croce Rossa Italiana.

Il fabbricato, su tre piani, dispone di locali destinati a guardia medica ed ambulatorio, uffici operativi, uffici amministrazione e direzione, salone per corsi di aggiornamento,  alloggio volontari ed autisti ambulanze, piccola foresteria, magazzini, autoparco chiuso per i mezzi di servizio sia della CRI che per della Protezione Civile.

Tramite apposita convenzione con il Comune il centralino 24 ore reperibilità potrà fare da riferimento per le allerte di protezione civile. Il Centro Operativo Misto COM 2, fa capo ad Alba e racchiude il gruppo di Comuni più numeroso, comprendendone in totale 40 tra Langhe e Roero, con una popolazione totale di oltre 76 mila abitanti.

Attualmente i membri del Centro si riuniscono, assieme agli organi decisionali del Comune, nella vecchia sede di Via Manzoni, dove sono funzionanti le postazioni che permettono il collegamento con i 40 comuni del COM, con la Prefettura, la Regione, la Provincia e gli altri Enti Istituzionali esterni.

Nel 2008 la Regione Piemonte ha istituito i presidi idraulici e idrogeologici di protezione civile di  competenza regionale. La Provincia ha inoltre approvato l’elenco dei presidi idraulici ed idrogeologici da attivare progressivamente nella Provincia di Cuneo, tra i quali è stata individuata la capitale delle Langhe.

Il Comune di Alba ha pertanto richiesto uno specifico  finanziamento alla Regione per la realizzazione della “Sede di  presidio idraulico idrogeologico di Protezione Civile”.

La Regione Piemonte, settore Protezione Civile e Sistema Anti Incendi Boschivi, ha ammesso al finanziamento l’opera per € 250.000,00 a fronte di un progetto relativo al primo stralcio di complessivi 535.000 Euro. Per la progettazione è stato incaricato l’Arch. Giorgio De Simone, Capo Settore Lavori Pubblici ed Edilizia Scolastica e contestualmente è stato incaricato l’Arch. Daniela Albano Dirigente Ripartizione Opere Pubbliche, come Responsabile Unico del Procedimento, per le parti impiantistiche è stato nominato l’ing. Massimiliano Manera, per i calcoli strutturali l’ing. Valerio Rosa e per la sicurezza l’arch. Roberto Rosa. I lavori sono stati aggiudicati dalla Ditta Edilbarge Costruzioni, con sede in Barge, per  € 391.971,81 IVA compresa.

Il piano interrato della nuova sede del presidio della Protezione Civile verrà destinato a magazzino/deposito, protetto dal pericolo di inondazione per l’assenza delle comode, ma pericolose, rampe d’accesso carrabili, e per la previsione dell’accessibilità pedonale affidata ad una comoda scala e ad un ascensore/montacarichi (blocco già realizzato), con l’aggiunta di una piattaforma-elevatrice di grandi dimensioni per il blocco (Protezione Civile) oggetto del presente progetto.

Al piano terreno verrà realizzata una grande sala polivalente  per corsi e riunioni, con dotazione di regolamentare batteria di servizi igienici e due locali utilizzabili come sede del gruppo comunale volontari protezione civile e un locale per associazioni di volontariato di protezione civile cittadine.

Al primo piano troverà posto la sala operativa unificata per la gestione delle emergenze, accessibile in modo autonomo da scala esterna ed ascensore.

La sala è collegata ad un locale sottotetto e ad un ampio soppalco che, con idonea batteria di servizi, potrebbe trasformarsi in funzionale dormitorio di fortuna.

La spesa prevista per la realizzazione complessiva dell’intervento comprensivo di palazzina ufficio e capannone autoparco ammonta ad € 1.200.000,00  da cui è stato stralciato un primo lotto funzionale di 535.000 Euro.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *