8 – 12 Settembre 1943: inizio della lotta di Liberazione

Il programma delle celebrazioni albesi

«68 anni fa, il crollo delle strutture dello Stato conseguente alla lunga dittatura fascista permise ad un pugno di militari dell’esercito tedesco di deportare nei campi di lavoro coatto in Germania ben 1.800 militari del 43° Reggimento, di stanza nella caserma di Alba. I cittadini albesi cercarono in ogni modo di soccorrere, e magari di liberare, quegli uomini imprigionati.

L’indignazione e la rabbia per quell’atto di prepotente violenza furono la scintilla da cui mosse, nella città di Alba, la lotta di Liberazione».

Il Sindaco di Alba invita tutti i cittadini e le associazioni combattentistiche a partecipare domenica 11 settembre alle celebrazioni in ricordo di quell’evento.

Alle ore 10:30, nella Chiesa di Cristo Re, verrà celebrata la S. Messa in suffragio dei militari e civili, caduti durante l’occupazione della caserma di Alba.

Alle 11:15, nello slargo della Caserma Govone (area delle due querce) verrà deposta una corona di alloro in memoria dei Caduti di Cefalonia e di tutti i Caduti per la Libertà. Seguiranno gli interventi del Sindaco di Alba e del Sindaco di Diano ed il discorso ufficiale di don Aldo Benevelli, fondatore dell’associazione per il ricordo dell’8 settembre 1943.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *