12 settembre: Alba e Bra ricordano insieme l’inizio della lotta di liberazione

“Sono passati 67 anni dai tragici avvenimenti che videro la deportazione nei campi di lavoro coatto in Germania di 1800 militari del 43° Reggimento di stanza nella nostra città. I cittadini albesi corsero in soccorso dei militari imprigionati, confortandoli e facilitando la fuga di alcuni di loro. Molti altri, poi, ottennero la libertà alla stazione di Bra, grazie all’eroico comportamento della cittadina braidese Dolores Buccirosso che, con audacia, aprì alcuni dei vagoni ferroviari fermi in stazione. Con questi gesti iniziava il riscatto della lotta di liberazione”. Con queste parole, il Sindaco di Alba Maurizio Marello, invita i cittadini, soprattutto i più giovani, a partecipare alle celebrazioni organizzate domenica 12 settembre dal Comune di Alba.

 Alle ore 10.30 si terrà, nella chiesa di Cristo Re, la Santa Messa in suffragio di tutti i caduti. Alle 11.15, nei pressi della Scuola Media Macrino (area delle due querce, ex Caserma Govone), verrà deposta una corona di alloro a ricordo di tutti i caduti di guerra e verranno ripercorsi gli avvenimenti attraverso i racconti dei Sindaci di Alba e di Bra. Seguirà rinfresco.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *